16.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Anche a Torino nasce “Energie per l’Italia”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

di Paolo Pazzi

Alex Gilardini 49 anni avvocato tra Torino e Varsavia dottore e ricercatore di diritto comparato e un master alla Boston University, oltre a varie esperienza professionali in Europa Orientale e Siria.

Perché “Energie per l’Italia”?

“Energie per l’Italia” non è un partito, ma un movimento attorno al quale si stanno radunando istanze ed idee che provengono da più ambiti politici e sociali.
L’obiettivo è creare un gruppo sempre più vasto ed articolato di consenso, una comunità attorno alla quale possano confluire proposte ed iniziative.
E’ un progetto che parte dal basso, senza imposizioni e schemi, che desidera catturare quella parte dell’elettorato deluso sia a destra che a sinistra, dall’azione di questi governi che si sono susseguiti negli anni senza avere una vera legittimazione popolare. Un messaggio, in conclusione, che si rivolge a chi si è stancato del teatrino della politica.

Con chi dialogherà “Energie per l’Italia”?

Al momento Energie per l’Italia è una pagina su cui tutti noi possiamo scrivere, una pagina le cui righe sono la riforma dello Stato, la ricerca di un nuovo modo di fare politica fuori da logiche obsolete e perdenti, la riforma fiscale, la lotta alla disoccupazione, la razionalizzazione dei flussi migratori, la rinascita economica del nostro paese. Tutti sono ben accetti, sicuramente al momento l’area di provenienza è quella del centro destra, ma abbiamo anche molti amici di sinistra delusi che ci guardano con simpatia.

Quale sarà l’apporto di “Energie per l’Italia” nella politica nazionale?

Siamo in una fase pre elettorale, la legislatura è agli sgoccioli, ma non abbiamo ancora una legge elettorale, non sappiamo ancora con che sistema si andrà al voto.
Nei dibattiti quotidiani assistiamo a frequentissimi scontri che allontanano e indispongono gli elettori da questo mondo, estraneo al quotidiano, che non propone soluzioni, né a medio né a lungo termine. L’astensionismo é il nuovo partito egemone dato che l’attuale meccanismo politico ha perso il contatto con la realtà. Noi abbiamo deciso di fare, non solo di criticare, ma di essere attivi e propositivi nella concreta risoluzione dei piccoli come dei grandi problemi che stanno distruggendo il nostro Paese, che chiudono le porte allo sviluppo e alla crescita, problemi, in conclusione, non risolvibili certamente con strategie comunicative da rete politica.
E’, quindi, necessaria l’unione e la coesione di tutte quelle energie positive che credono in un programma veramente liberale e popolare per la soluzione dei problemi del nostro Paese, senza ipocrisie e demagogie di fondo.

A livello locale verso cosa è rivolto il vostro impegno? Siete Soddisfatti dell’amministrazione Appendino?

Purtroppo le elezioni passate hanno visto un centro-destra talmente diviso e parcellizzato che i risultati sono stati più che disastrosi. La mancanza di coesione ha premiato i Cinque Stelle, il cui successo é nato per molti versi dall’essere altro rispetto alle precedenti amministrazioni. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Aumenti delle tariffe per i servizi, gestione irrazionale di quel sistema cultura e turismo che, grazie agli operatori del territorio ,era stato in grado di dare respiro all’economia del settore, inasprimento che quasi si può definire vessazione verso gli esercizi commerciali che sono il tessuto sociale ed economico della città, insomma mal governo. Ultimo ma non ultimo, vigili urbani ed ausiliari del traffico che multano senza pietà. Alcuni di noi hanno votato Appendino al secondo turno, ma la delusione è tanta. Il nuovo non é mai stato così vecchio.
Il nostro impegno è rivolto alla soluzione dei mille problemi della città, stiamo organizzando una serie di incontri sia sulle tematiche più pressanti e contingenti, sia su questioni di più ampio respiro quali l’internazionalizzazione delle imprese del territorio per la creazione di nuove opportunità di lavoro e la crescita dell’occupazione.
Siamo aperti ad ogni proposta, suggerimento, tutti possono partecipare e contribuire al movimento, basta avere la voglia, l’energia e un pizzico di passione. Mi potete contattare o per telefono (3407365225) o per e-mail (alexgilardini@hotmail.com).

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano