20.4 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Amministrative 2016: tornano i socialisti e ammiccano ai dissidenti M5S

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini

«Torino merita un’espressione socialista e riformista in seno al Consiglio comunale», secondo Salvatore Fiorino, ex segretario del nuovo Partito Socialista Italiano, transfugo da Forza Italia. Un’idea che sembra un ammicco in vista della prossima tornata di amministrative: «Il sogno è presentarci compatti in lista, ma se non vi saranno le condizioni per un ruolo da protagonisti opteremo per candidare i nostri attivisti all’interno della coalizione che darà più garanzie e spazio per una Torino socialista, riformista, progressista».

Spunta quindi l’idea di un’ennesima lista, e forse di un candidato sindaco, di provenienza socialista. Riguardo alla composizione, Fiorino guarda con favore all’ingresso di «un gruppo di dissidenti del Movimento 5 Stelle che non hanno gradito l’imposizione dall’alto della candidata sindaco Chiara Appendino e ad alcuni radicali».

Quasi una missione, secondo Fiorino, la candidatura dei socialisti: «c’è uno spazio politico che richiede la nostra passione, la nostra storia, le nostre istanze nessun candidato sindaco fino ad ora ha parlato di giustizia sociale, di equità e di appiattimento economico»

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano