25.2 C
Torino
lunedì, 22 Luglio 2024

Amiat festeggia 50 anni e lancia una nuova campagna di comunicazione

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Si intitola Amiat è… la nuova campagna di comunicazione istituzionale della società che si occupa della raccolta rifiuti a Torino e che sarà lanciata nelle prime settimane di ottobre di quello che è un anno che vede Amiat spegnere le 50 candeline.

Una campagna che illustra, attraverso immagini grafiche elaborate dal Politecnico di Torino, tutte le tipologie di servizi che vengono offerti al cittadino: dalla raccolta differenziata e quella di rifiuti ingombranti, ai servizi di viabilità invernale e di igiene urbana, fino al laboratorio analisi e all’innovazione tecnologica.

«Una campagna che è un’occasione di riflessione tra passato e presente, elementi fondamentali per un’azienda che ha come vocazione quella di una continua innovazione» spiega il presidente di Amiat Christian Aimaro che precisa anche come obiettivo della società sia «migliorare e ampliare ancora i servizi offerti alla città».

In quest’ottica si inserisce l’estensione della raccolta differenziata porta a porta. Nei primi nove mesi del 2019 altri 80 mila torinese, nei quartieri Santa Rita e Aurora, sono stati interessati dal servizio, mentre è in fase di attivazione a San Paolo e con l’inizio del 2020 anche a Cenisia. Ultimo quartiere ad avere la differenziata porta a porta sarà il centro entro la prima parte del 2021.

«Come amministrazione abbiamo sempre detto che il tema dell’estensione della raccolta differenziata è una priorità – ricorda la sindaca Chiara Appendino all’inizio sembrava impossibile e invece, anche grazie alle iniziative di comunicazione, abbiamo notato una notevole sensibilità al tema e una buona predisposizione al mettersi in gioco e cambiare le proprie abitudini».

Opinione condivisa anche dall’assessore all’Ambiente Alberto Unia che ha sottolineato come «Il 2019 è un anno importante perchè ci stiamo espandendo con il porta a porta e dobbiamo ringraziare Amiat per il lavoro svolto e il cammino di innovazione».

Ad accompagnare la campagna di comunicazione ci sarà anche Taurino Netturbino, la mascotte dell’azienda nata dalla penna di un suo dipendente, Francesco Bastianoni.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano