3.7 C
Torino
domenica, 17 Gennaio 2021

Alex Pompa ai domiciliari in casa di un compagno di classe

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Alex Pompa esce dal carcere e va ai domiciliari. Il ragazzo di 18 anni, che il 30 aprile uccise il padre, Giuseppe, 52 anni, operaio alla Dana Graziano di Rivoli, a coltellate per difendere la madre, osserverà la misura cautelare a casa di un compagno di classe.

La decisione è stata presa dal tribunale del riesame di Torino che ha concesso i domiciliari. Alex Pompa, come aveva anche chiesto il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, farà l’esame di maturità e sta studiando per le prove. Cinque suoi compagni si erano offerti di ospitarlo. Pompa è difeso dall’avvocato Claudio Strata: i legali hanno chiesto i domiciliari anche per permettergli di sostenere l’esame di maturità come tutti i suoi compagni, visto che era stato ammesso con ottimi risultati.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano