27.5 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

A Torino stranieri penalizzati e discriminati

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Gli stranieri continuano ad essere «penalizzati o discriminati per provenienza, appartenenza religiosa, accesso ai servizi e beni fondamentali del welfare, come la casa e l’istruzione». È la conclusione del Rapporto 2018 dell’Osservatorio interistituzionale sugli stranieri in provincia di Torino, redatto da Prefettura e Comune.

Rispetto al 2017, lo Sportello del Comune di Torino ha registrato un aumento di accessi di persone in possesso di una protezione, ma in cerca di accoglienza, formazione e lavoro. «Segno del permanere di condizioni di fragilità, nonostante l’ottenimento di una protezione legale».

Particolare attenzione per i minori stranieri, che, nell’anno scolastico 2018/2019 sono stati il 13,06% degli studenti nella regione. Il 40% di loro sono iscritti agli istituti tecnici, il 32% a licei, e presentano un alto rischio di dispersione scolastica. Rispetto ai coetanei italiani, i minori stranieri con disabilità sono penalizzati: per loro è più complicato e meno precoce l’iter diagnostico.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano