18.1 C
Torino
domenica, 21 Luglio 2024

Tre arresti nella società della Torino-Savona per appalti truccati

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Peculato, concussione e induzione indebita a dare o promettere utilità. Sono queste le accuse che hanno fatto scattare le manette ai polsi di un dirigente dell’autostrada Torino-Savona e due capi d’ufficio della stessa società.
Le misure cautelari sono state eseguite dalla guardia di finanza del comando provinciale di Cuneo. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati documenti e perquisite diverse abitazioni.
I tre arresti sono il risultato di indagini della Procura di Mondovì cominciate un anno fa, e si aggiungono a quello in autunno del responsabile del settore manutenzione dell’autostrada, Ivan Migliardi, 45 anni, geometra accusato di concussione e induzione indebita per essersi fatto costruire, a costo zero, a Vado Ligure, una villa da ditte appaltatrici dell’autostrada.
Le indagini erano scattate da alcuni conti che non tornavano in una cooperativa di Fossano. Dai libri contabili sono emerse spese che non c’entravano nulla con i lavori di scavi ed edilizia stradale, ovvero una residenza costruita in provincia di Savona.
Da qui il pm Massimiliano Bolla arrivò al dirigente Massimo Capponi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano