27.8 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Torino, lui non trova il cellulare e la picchia. Lei si difende con un taser

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il fatto risale a domenica scorsa me è stato reso noto solo oggi. Un uomo di 40 anni è stato arrestato per aver picchiato la moglie. A scatenare la reazione violenta pare sia stato lo smarrimento del suo cellulare.

La vicenda è successa a Madonna di Campagna, zona nord di Torino, e, secondo la ricostruzione dei fatti, l’aggressore ha scaraventato sul pavimento piatti e bicchieri, costringendo la donna a pulire la cucina. Poi l’ha afferrata per il collo, spintonandola e facendola cadere a terra, cominciando a colpirla ripetutamente sino a romperle una ingessatura che aveva alla gamba. Con un martello, poi, le ha frantumato il telefono. La vittima, che approfittando di una distrazione dell’uomo si è rifugiata dalla vicina, ha cercato di difendersi utilizzando un taser che aveva acquistato proprio per tenere a bada le aggressioni del marito, il quale, come dichiarato agli agenti intervenuti dopo la chiamata, negli ultimi due anni l’ha continuamente vessata e persino costretta, una notte in cui era tornato ubriaco, a dormire sul pianerottolo di casa. La polizia ha sequestrato all’interno dell’appartamento dei due tre coltelli, un coltellino svizzero e due tirapugni.

Paolo Bogliano

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano