27.6 C
Torino
martedì, 16 Luglio 2024

A Torino apre il primo sportello del lavoro per le categorie protette

Più letti

Nuova Società - sponsor
Moreno D'Angelo
Moreno D'Angelo
Laurea in Economia Internazionale e lunga esperienza avviata nel giornalismo economico. Giornalista dal 1991. Ha collaborato con L’Unità, Mondo Economico, Il Biellese, La Nuova Metropoli, La Nuova di Settimo e diversi periodici. Nel 2014 ha diretto La Nuova Notizia di Chivasso. Dal 2007 nella redazione di Nuova Società e dal 2017 collaboratore del mensile Start Hub Torino.

Sono 3.486 i disabili censiti nella Provincia di Torino dalle liste di collocamento (dati 2015) di questi solo il 20% riesce a trovare un’occupazione. Un quadro sempre più problematico che vede il 12% continuare a cercare un’occupazione mentre sono sempre di più quelli che si rassegnano o abbandonano collocazioni non idonee (23%, Fonte Istat).
Per dare una risposta concreta a questa piaga sociale, vissuta in silenzio da tante famiglie e comunità che ospitano persone con disabilità, è stato presentato oggi a Torino in via Giolitti 21 il primo sportello per l’inserimento nel mondo del lavoro delle categorie protette. L’iniziativa è frutto della collaborazione tra la storica agenzia per il lavoro Synergie, guidato da Giuseppe Garesio, e il Centro Servizi per il Volontariato (Vol.to) che ospiterà il nuovo servizio.
Certamente il fatto che dall’inizio del 2018 anche le aziende che impiegano da 15 a 35 dipendenti abbiano l’obbligo di assumere un lavoratore dalle liste del collocamento obbligatorio, con una sanzione di 153,20 euro al giorno (prima erano 63 euro) se non ottemperano nel prendersi in carico un lavoratore disabile, ha reso quanto mai attuale un’azione mirata a sondare e far incontrare domanda e offerta di lavoro in questo comparto.
Silvio Magliano, presidente di Vol.To, ha ricordato come oggi ci sia gente che preferisce pagare una multa piuttosto che impelagarsi in assunzioni di persone con disabilità, ricordando come sia l’ora che questi lavoratori siano visti per quello che sanno fare e dare e non per i limiti legati alla disabilità. Insomma per quello che hanno e non per quello che non hanno. «Noi vogliamo superare questo approccio rinunciatario e far sì che le persone in difficoltà escano da una mentalità assistenzialistica» – ha aggiunto Magliano – manifestando tutta la sua soddisfazione per l’avvio di questa prima iniziativa e collaborazione sul piano anche occupazionale definita concreta e mirata. «Speriamo che tra un anno si raccolgano i frutti di questo impegno che attinge dalla forza che il volontariato sprigiona nel nostro territorio».
In conclusione il presidente di Vol.To ha ipotizzato un ruolo sempre più autorevole per i Centri Servizio che, da referente per le migliaia di organizzazioni del volontariato, le vedrebbe divenire delle vere e proprie Agenzie di sviluppo territoriale.
Antonia Del Vecchio per Synergie, l’agenzia che seguirà le selezioni per l’inserimento lavorativo individuando le migliori risorse rispetto alle esigenze delle aziende, ha precisato che verrà rivolta una particolare attenzione alla situazione dei candidati affinché siano tutelati rispetto alle loro disabilità.
Sarà anche attivato un servizio di consulenza che, oltre a informazioni, aiuterà a preparare un buon curriculum e ad affrontare il colloquio. Nel dibattito è stato sottolineato come in queste contesto siano compresi anche le persone con disagi mentali.
La collocazione dello sportello nella sede torinese del Centro Servizi, cui fanno riferimento circa 1400 organizzazioni di volontariato, negli auspici dei promotori amplierà le possibilità di incontri e opportunità per i disabili che cercano lavoro. Il Centro Servizio Vol.To è nato nel 2015 dalla fusione di due Centri Servizio precedentemente presenti sul territorio, Volontariato, Sviluppo e Solidarietà in Piemonte (V.S.S.P) e Idea Solidale.
Il primo sportello per favorire l’inserimento e l’integrazione delle persone con disabilità nel mondo del lavoro, in ottemperanza della legge 68/99, sarà aperto su appuntamento due giorni a settimana (lunedì dalle 9 alle 13, venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18).

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano