19.7 C
Torino
martedì, 16 Luglio 2024

Svastiche e scritte neonaziste sui muri dell'ospedale San Lazzaro

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Ancora una volta sui muri di Torino sono apparse scritte vergognose che inneggiano al nazismo. Sono state vergate sul muro di cinta dell’ospedale San Lazzaro in corso Spezia. «Ho perso la memoria» e tre grosse svastiche campeggiano in tutta la loro ignominia assassina in un «quartiere che pagò con il sangue l’avvento del fascismo e l’occupazione nazista».
A segnalare il vergognoso gesto è stata la sede dell’Anpi Nizza-Lingotto che ha indirizzato una lettera al direttore generale della Città della Salute, Gian Paolo Zanetta.
L’Associazione ha chiesto la rimozione delle scritte: «La preghiamo di attivarsi prontamente per far cancellare le suddette scritte che insozzano il muro di cinta o tutt’al più di accordarci il permesso di rimediare noi stessi a tale offesa», scrivono.
«Tale situazione risulta incresciosa e le scritte vergate sono un insulto a tutte le istituzioni democratiche», denunciano ancora dall’Anpi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano