25.9 C
Torino
venerdì, 3 Luglio 2020

Piazza San Carlo: una targa per ricordare Erika Pioletti e Marisa Amato

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Torino, scoppia la rivolta contro la polizia in corso Giulio. Quattro anarchici fermati (VIDEO)

Secondo gli anarchici si è trattato di un sopruso delle forze dell'ordine, mentre la polizia replica che il tutto sarebbe scoppiato per impedire l'arresto...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Via libera all’unanimità in Commissione toponomastica a Torino per la posa della targa commemorativa di Erika Pioletti e Marisa Amato, vittime della tragedia di Piazza San Carlo del 3 giugno 2017.

In Commissione è stato anche decisa l’intitolazione del Palasport di Parco Ruffini a Gianni Asti, allenatore che ha guidato, in diversi momenti, le squadre torinesi nel massimo campionato di basket, e del roseto interno al Parco della Tesoriera alla violinista Teresina Tua.

- Advertisement -

Compagna di studi di Debussy e conosciuta come Angelo del violino, Teresina Tua ha suonato con Rachmaninov, Liszt e Toscanini, raggiungendo fama internazionale e diventando, negli anni a cavallo fra Ottocento e Novecento, una delle musiciste più conosciute nel mondo.

- Advertisement -

Non solo. Anche Valentino Mazzola entra ufficialmente nella toponomastica della città di Torino. Il capitano del Grande Torino e della nazionale italiana, verrà intitolata l’area verde all’interno di piazza Galimberti, che prenderà il nome di Parco Valentino Mazzola.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Caso Ogr, Cirio: “Per martedì un incontro, troveremo soluzione”

A seguito delle polemiche sulla rilocazione del Covid Hospital inserito all'interno delle Officine Grandi Riparazioni,oggi Il il presidente della Regione Piemonte, Alberto...

Caso Ogr, Laus(PD): “E’ suicida l’idea di guardarle morire”

Il Senatore Mauro Laus del Partito Democratico chiede l'intervento di Regione e Comune per non lasciar morire le Officine Grandi Riparazioni, che...

Università Torino, stop borse di studio per gli “studenti violenti”

Niente borse di studio per gli universitari che sono considerati dei "violenti e facinorosi". Così è stato deciso da un provvedimento, definita...

Torino 2021, la Lega pronta a governare la città

La Lega torna in strada a Torino. Dopo i mesi di lockdown che hanno costretto allo stop delle iniziative sul territorio parte...

Prodi: “Non serve lo scontro generazionale per costruire un futuro su basi solide”

“E’ solo dalla proposta, dai contenuti che può nascere una classe dirigente. Il generico cambiamento non rinnova le cose”. Con la consueta...