23.3 C
Torino
domenica, 14 Luglio 2024

Pallanuoto, dopo 39 anni il Settebello di nuovo a Torino

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Sono passati 39 anni dall’ultima volta in cui la Nazionale italiana di Pallanuoto aveva messo piede a Torino. Ora è iniziato il conto alla rovescia perché lì11 febbraio il Settebello fronteggerà la Germania per la World League 2014.
Ma facciamo un passo indietro. Era il 1975 quando gli azzurri giocarono in terra piemontese contro la Romania. Poi la lunga assenza. Adesso il grande ritorno accolto con entusiasmo dalla città. I 1200 biglietti sono già esauriti.
Attualmente i ragazzi di Sandro Campagna sono al secondo posto del girone C, alle spalle del Montenegro vice campione d’Europa.
«Vedrete una grande pallanuoto – promette il ct – Sono orgoglioso di essere qui, sono molto legato a Torino dove ho esordito in serie A, segnando 4 gol. Stiamo portando avanti un progetto verso Rio2016. Ho inserito in squadra tanti ragazzi del ’93, del ’94 e del ’95, campioni del mondo Under 20, al fianco dei senatori. Ci aspetta un percorso lungo».
«Nel 2015 potremo candidare la città ad ospitare la fase finale della World League, che qualifica a Rio, oppure, all’inizio del 2016, al torneo di qualificazione olimpica».
«Questo evento – precisa l’assessore allo Sport, Stefano Gallo – è il coronamento di un lungo inseguimento alla Nazionale di pallanuoto che speriamo di avere con noi in altre occasioni in vista di Torino 2015, capitale europea dello Sport».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano