24.1 C
Torino
venerdì, 14 Agosto 2020

Olimpiadi 2026, la Lega vuole Sestriere al posto di Torino

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuovasocietà. Caporedattore dal 2017. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano.

Se la sindaca di Torino Chiara Appendino e la maggioranza M5s sono stati categorici nell’esprimere il loro no a una candidatura tre per le Olimpiadi invernali 2026 non la pensano uguale i sindaci delle valli che vorrebbero non lasciarsi sfuggire l’occasione di avere nuovamente i riflettori di tutto il mondo puntati sulle montagne piemontesi e si sono detti disponibili al dialogo con Milano e Cortina.
Dunque sì il tridente, ma con questi Comuni al posto di Torino? Un’ipotesi che non dispiace alla Lega che attraverso la sua capogruppo in consiglio regionale Gianna Gancia spinge per una candidatura del Sestriere.
«Sfumata, pare in modo definitivo per scelta del Comune stesso, la possibilità di far entrare la città di Torino nella candidatura a tre per le olimpiadi invernali del 2026,  abbiamo ancora l’occasione di far tornare il grande evento in Piemonte» sostiene Gancia.
«Sestriere si è detta disponibile, fin dall’uscita di scena di Torino, a prender parte allo stesso al progetto e crediamo che abbia mezzi e competenze per farlo, anche senza il coinvolgimento del capoluogo sabaudo», prosegue la consigliera, annunciando di aver presentato un ordine del giorno sottoscritto anche da Forza Italia per spingere la candidatura di Sestriere
«Sappiamo bene che le olimpiadi sono un’opportunità enorme in termini di visibilità e di investimenti e in Piemonte abbiamo più che mai bisogno sia dell’una che degli altri», conclude Gancia. Mentre il sindaco Walter Marin sarebbe di sicuro pronto a vedere la fiaccola olimpica risplendere sulle sue montagne.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Concorso per dirigenti Comune di Torino, terza puntata: la riammissione

“Più che un concorso sembra una giallo a puntate”, così alcuni concorrenti hanno commentato le novità pubblicate ieri dalla commissione dell’ormai famoso...

Via Germagnano; ‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’: “Nessun blitz ferragostano, il Comune si assuma la responsabilità”

“‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’ esprimono forte preoccupazione riguardo all’iniziativa di sgombero del campo di via Germagnano che coinvolge circa 100...

Il pasticcio dei Voucher scuola della Regione Piemonte

Avevano appena ricevuto la mail che confermava l'assegnazione dei voucher scuola per l'anno 2020/21 ma 45 famiglie piemontesi hanno potuto gioire ben...

Torino città Covidless

La città di Torino ha ricevuto oggi l'attestazione Covidless Approach&Trust. Un riconoscimento frutto del progetto di ricerca che ha analizzato le risposte...

Caso Embraco, Cirio: “Da parti in causa serve risposta chiara”

"Seguo la vicenda Embraco ormai da due anni ed è inammissibile che solo oggi, per la prima volta, si siano trovati seduti...