23.8 C
Torino
sabato, 15 Agosto 2020

M5s Torino firma il documento politico del Pride

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società, di cui è il direttore dal 2017.

Il Movimento Cinque Stelle di Torino ha sottoscritto il documento politico del Coordinamento Torino Pride, come spiega la capogruppo pentastellata in consiglio comunale Valentina Sganga:

«Abbiamo deciso di sottoscrivere il documento politico del Torino Pride perché il tema dei diritti Lgbtqi è parte di ciò che siamo come Movimento 5 Stelle e a Torino lo stiamo dimostrando fin dall’elezione di Chiara Appendino a Sindaca.

- Advertisement -

La lotta per i diritti si fa prima di tutto con le azioni e quelle della nostra amministrazione e di questa maggioranza sono coerenti con quello che chiedono le associazioni Lgbtqi. Ne sono esempi il riconoscimento dei figli delle coppie omogenitoriali, la ferma presa di posizione contro il Congresso delle Famiglie di Verona e le forti perplessità sollevate sul Dl Sicurezza.
Come ogni anno saremo in piazza e lo saremo come politici che si battono perché questo Paese non torni indietro, questo al di là di schemi partitici e di opportunismi di governo che hanno frenato l’affermazione dei diritti.
Per questo, e soprattutto per tutte le famiglie che ancora non vedono riconosciuti i loro diritti, continueremo a sostenere tali posizioni nelle piazze, nelle aule e in tutti i luoghi ove potremo farlo», conclude Sganga.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Laus: “L’esperienza di Appendino e dei Cinque Stelle sulla pelle dei torinesi”

Il senatore del Partito Democratico Mauro Laus commenta le ultime esternazioni della sindaca di Torino Chiara Appendino, che si è detta d’accordo...

Concorso per dirigenti Comune di Torino, terza puntata: la riammissione

“Più che un concorso sembra una giallo a puntate”, così alcuni concorrenti hanno commentato le novità pubblicate ieri dalla commissione dell’ormai famoso...

Via Germagnano; ‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’: “Nessun blitz ferragostano, il Comune si assuma la responsabilità”

“‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’ esprimono forte preoccupazione riguardo all’iniziativa di sgombero del campo di via Germagnano che coinvolge circa 100...

Il pasticcio dei Voucher scuola della Regione Piemonte

Avevano appena ricevuto la mail che confermava l'assegnazione dei voucher scuola per l'anno 2020/21 ma 45 famiglie piemontesi hanno potuto gioire ben...

Torino città Covidless

La città di Torino ha ricevuto oggi l'attestazione Covidless Approach&Trust. Un riconoscimento frutto del progetto di ricerca che ha analizzato le risposte...