20.6 C
Torino
mercoledì, 24 Luglio 2024

Lockdown, sul sito LaSpesaServita tutti i negozi con consegna a domicilio

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

In questi mesi non ha mai smesso di funzionare, ma ora le nuove restrizioni lo rendono ancor più necessario: Confesercenti rilancia LaSpesaServita, il portale delle attività commerciali che svolgono la consegna a domicilio e l’asporto. 

“Durante il primo lockdown ma anche successivamente – dice Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti – si è rivelato uno strumento estremamente utile per sostenere l’attività delle imprese ed è un’opportunità per la clientela. Il portale vanta oggi oltre 1400 aziende presenti e in questi giorni si stanno intensificando le richieste di altre aziende che vogliono entrare a farne parte. Dalla sua nascita ha registrato oltre 170.000 contatti“.

Sul portale icone diverse contraddistinguono le attività che svolgono solo la consegna a domicilio, o solo l’asporto, o entrambi; la ricerca può essere fatta per Comune, per distanza dalla propria abitazione, per tipologia di attività.

I dati di un sondaggio svolto fra le aziende presenti sul portale dimostrano il successo e le potenzialità dell’iniziativa: il 54% ha avviato la consegna a domicilio (operazione che non svolgeva prima del lockdown); il 52% dichiara che l’inserimento dell’attività nel portale ha contribuito a raggiungere nuovi clienti; l’83% ha mantenuto la clientela storica; l’84% dichiara che manterrà o incrementerà il servizio di consegna a domicilio o di asporto; infine, almeno 1 visitatore su 6 del portale ha poi proceduto a contattare via web o telefono uno dei negozi o dei pubblici esercizi presenti.

“Si tratta – commenta Banchieri – di risultati lusinghieri: dimostrano come sia necessario immaginare per le piccole imprese nuove modalità di servizio, anche al di là dell’emergenza Coronavirus. Soprattutto, si tratta di uno strumento pensato per le piccole imprese del territorioche, grazie ad esso, possono utilizzare e presidiare nuovi canali di distribuzione, e instaurare nuove modalità di rapporto e di fidelizzazione della clientela, altrimenti appannaggio dei grandi player del web”.

L’adesione delle imprese al progetto LaSpesaServita è totalmente gratuita: per aderire, scrivere una mail a segreteria@confesercenti-to.it.

La Spesa Servita è un progetto Confesercenti in partenariato con la Camara di Commercio di Torino nell’àmbito del Punto Impresa Digitale (Pid), è frutto della collaborazione tra Confesercenti e Links Foundation, e trae spunto da un’idea nata dal confronto con Fondazione Torino Wireless. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano