25 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

La sabbia del deserto aumenta il rischio valanghe: occhio al fuoripista

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo
Non solo l’aumento della temperatura ma anche le perturbazioni di sabbia del deserto possono far aumentare il rischio di valanghe. A riferirlo è l’ultimo bollettino dell’Arpa, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente del Piemonte.
Il rischio è particolarmente elevato in questo weed end, nelle ore centrali delle giornate, specie per chi sconsideratamente si volesse avventurare nel fuoripista. Quest’anno sono state già molte le vittime di valanghe sull’arco alpino e quindi è opportuna la massima vigilanza. Tornando alla sabbia le croste rossastre che derivano dall’accumulo di sabbia sahariana sono estremamente pericolose in quanto facilitano lo scivolamento del manto nevoso.
Se qualcuno dovesse restare sorpreso dalle trasvolate continentali della sabbia sahariana ricordiamo che queste ondate superano anche l’atlantico ed hanno un ruolo fondamentale nella fertilizzazione dei campi americani, apportando preziosi minerali ed elementi nutritivi al terreno.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano