22.2 C
Torino
domenica, 21 Luglio 2024

La Juventus cerca uno storico triplete

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Arrivati in primavera, di solito è tempo di tirare le somme per vedere come sembra essere stato l’andamento annuale di ogni squadra. Per quanto riguarda la Juventus, che punta al settimo Scudetto di fila – ossia un ampliamento ulteriore del record già ottenuto un anno fa – la realtà momentanea è una sola: il Triplete è ancora possibile. Dopo aver battuto per 2 a 0 l’Atalanta nel recupero del match annullato settimane fa per neve, Gigi Buffon e compagnia si sono portati a 4 punti di vantaggio sul Napoli, mettendo una seria ipoteca sul campionato. A dieci giornate dal termine, i bianconeri dipendono dunque da loro stessi per potersi ripetere e vincere nuovamente il torneo italiano, qualcosa che ormai sembra sia diventata abitudine. Il crollo del Napoli in casa contro la Roma per 4 a 2 e il successivo pareggio degli azzurri per 0 a 0 in casa dell’Inter hanno spianato la strada agli uomini di Massimiliano Allegri, i quali in Italia non subiscono goal dal 30 dicembre scorso a Verona, quando si imposero comunque per 3 a 1.
Come ben indicato dalle scommesse sul calcio di inizio stagione, la Juventus è dunque nuovamente favorita per vincere lo Scudetto. Ma non aspira soltanto a questo traguardo. Questo perché, arrivati a praticamente due mesi dalla fine delle ostilità in tutte le competizioni europee, i bianconeri si trovano ancora in corsa sia in Champions League sia in Coppa Italia. La vittoria contro il Tottenham con una splendida fiammata di dieci minuti nel match di ritorno, quando Higuain e Dybala, hanno ribaltato il risultato ha dimostrato che la truppa di Allegri dispone della mentalità e della cattiveria giusta per far bene anche in Europa, un territorio che, nonostante le due finali di Champions raggiunte negli ultimi tre anni, era sembrato spesso ostile ai grandi dominatori della scena italiana. Il sorteggio dei quarti di finale ha designato come rivali dei bianconeri il Real Madrid: una sfida spettacolare ed emozionante che darà alla vecchia signora la possibilità di riscattarsi dopo quella maledetta finale persa a Cardiff con un secco 4 a 1.
Il tour de force successivo alla pausa nazionali inizierà con la sfida in casa contro un Milan rigenerato dalla cura Gattuso. Subito dopo ci sarà l’andata dei quarti di Champions, lo scontro fuori casa con il Benevento e il ritorno al Bernabeu. In seguito i torinesi dovranno ospitare in casa prima la Sampdoria, che li aveva sconfitta all’andata al Ferraris, e poi il Napoli in quello che potrebbe essere l’incontro risolutivo per l’assegnazione dello Scudetto. La finale di Coppa Italia, da giocare contro il Milan, si disputerà con ogni probabilità il 9 maggio.
Conquistare un triplete non è assolutamente semplice e a Torino lo sanno bene, dato che l’anno scorso lo hanno sfiorato. Per riuscire in questa impresa bisognerà, prima di tutto, avere ragione del Real Madrid. Una qualificazione alle semifinali di Champions sarebbe il miglior augurio per vincere anche Scudetto e Coppa Italia, per puntare all’obiettivo mai raggiunto, quel triplete che solo Inter, Bayern e Barcellona possono vantare.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano