19.7 C
Torino
martedì, 16 Luglio 2024

Il grande Hellas Verona sconfigge i pronostici nella stagione 1984/85

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Nella stagione 1984/85, l’Hellas Verona ottenne l’impossibile, vincendo il campionato di serie A per la prima volta. In un decennio dominato da squadre come Juventus, Inter e Milan, la vittoria del titolo da parte della squadra veronese fu un evento a dir poco inaspettato.
Quel decennio fu un periodo di grandi successi anche per la Nazionale italiana, che riuscì ad alzare la Coppa del Mondo per la terza volta nella storia azzurra. Quest’estate, se da una parte non disputeremo il Mondiale in Russia, dall’altra ci sarà comunque la possibilità di piazzare diverse scommesse Coppa del Mondo Betfair, ad esempio sul possibile continente vincitore, dove l’Europa è vista come favorita e quotata a 4/11.
Inizi degli anni ‘80
All’inizio del decennio, il Verona militava in serie B e riuscì ad evitare per pochissimo la retrocessione in Serie C1 nella stagione 1980/81. Il campionato seguente si rivelò una stagione piuttosto fortunata, che vide la squadra vincere il titolo della serie cadetta e ritornare così in serie A.
Nell’annata del ritorno nella massima serie, il Verona riuscì a ottenere uno straordinario quarto posto e la conseguente qualificazione in Coppa Uefa. Nonostante le difficoltà in Europa, dove la squadra venne eliminata nei sedicesimi di finale dagli austriaci dello Sturm Graz, il Verona riuscì a mantenere un buon rendimento in campionato, tanto da terminare al sesto posto, con solo tre punti di distacco dall’Inter quarta in classifica.
La stagione 1984/85
Dopo aver disputato due stagioni eccezionali in serie A, il Verona consolidò il suo primato nella storia della massima serie vincendo lo scudetto. La squadra iniziò il campionato in forma strepitosa, rimanendo imbattuta nelle prime 14 gare, riuscendo a mantenere la propria rete inviolata in ben 9 occasioni.
La prima sconfitta in campionato avvenne alla 15a giornata ad opera dell’Avellino; fino a quel momento, la squadra campana aveva ottenuto 6 pareggi e 5 sconfitte nel torneo.
La partita si concluse con la vittoria dell’Avellino per 2-1, dove il giocatore del Verona Domenico Volpati regalò il vantaggio agli avversari segnando un’autorete.
Il Verona riuscì a riprendersi dopo il risultato e rimase imbattuto nelle 9 partite successive, prima di affrontare in casa i diretti avversari del Torino.
Prima della gara, il Verona capolista aveva 6 punti di vantaggio sul Torino e con una vittoria poteva allungare a 8 punti il distacco dal secondo posto. Ma vennero sconfitti per 2-1 e il Torino riuscì a ridurre il divario a 4 punti.
La squadra veronese rimase imbattuta per tutto il resto della stagione, mantenendo un vantaggio di 4 punti sul Torino.
 


Statistiche sul Verona
Oltre alla vittoria del titolo di serie A, il Verona vantò anche la miglior difesa del campionato, con 19 reti subite in 30 partite.
Inoltre, la squadra riuscì a segnare 42 reti nel corso di quella stagione, ottenendo così la miglior differenza reti in campionato.
Con 11 reti segnate, Giuseppe Galderisi fu il capocannoniere della squadra e ottenne il 5° posto nella classifica generale cannonieri di quella stagione (seppur in coabitazione con un altro giocatore).
Il periodo nero post scudetto
In un’era in cui giocatori leggendari come Michel Platini, Diego Maradona e Karl-Heinz Rummenigge giocavano in serie A con le maglie di Juventus, Napoli e Inter rispettivamente, la vittoria del Verona in campionato fu ancora più sorprendente.
I tifosi veronesi poterono così celebrare la realizzazione di qualcosa che sembrava impossibile, sebbene i festeggiamenti vennero interrotti pochi anni dopo quando, nella stagione 1989/90, il Verona venne relegato in serie B dopo 8 campionati disputati nella massima serie.
Dopo la storica vittoria in campionato, il Verona iniziò a fare altalena tra serie A e serie B. Cinque anni dopo aver vinto lo scudetto, la squadra venne retrocessa in serie cadetta e da quel momento sarebbe successo in altre cinque occasioni.
Il campionato appena terminato è stato il più recente disputato in serie A dal Verona, sebbene si sia concluso ancora una volta negativamente per la squadra. Il 19° posto ottenuto, a 14 punti dalla zona salvezza, significa retrocessione per il club veronese, che vedrà il ritorno in serie B nella stagione 2018/19.
Cosa ricordi della vittoria storica del Verona? Pensi che potrà succedere ancora? Lascia il tuo commento qui sotto!

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano