18.1 C
Torino
venerdì, 12 Luglio 2024

Fine della scuola senza feste. L’appello a evitare assembramenti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Venerdì suonerà l’ultima campanella per gli studenti piemontesi prima delle vacanze estive. Ma il timore quest’anno è che le consuete feste possano tradursi in assembramenti e contagi. Per questo Regione Piemonte, Comune di Torino e Prefettura insieme all’Ufficio scolastico provinciale hanno lanciato un appello a evitare festeggiamenti e a non abbassare la guardia rispetto alle misure di sicurezza e perchè pur nel comprensibile desiderio di festeggiare, si evitino accuratamente occasioni di assembramento e qualsiasi comportamento rischioso sotto il profilo della prevenzione sanitaria.

“L’anno scolastico che si chiude in questi giorni infatti è stato contraddistinto dal covid, nemico invisibile che abbiamo purtroppo dovuto imparare a conoscere e a combattere, un nemico che ha portato sofferenza in tante famiglie e che ha modificato le abitudini di tutti, costringendoci a dolorosi sacrifici in nome della prevenzione.

Ora che grazie alla campagna vaccinale e alle misure anticontagio stiamo finalmente sconfiggendo la pandemia, la preoccupazione delle istituzioni che hanno dato vita negli ultimi mesi al Tavolo di coordinamento Scuola – Trasporti per assicurare il rientro in presenza degli studenti delle scuole in condizioni di sicurezza, è legata alle feste di fine anno scolastico, alle cene di classe, alle occasioni di convivialità per festeggiare la fine della scuola”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano