28.2 C
Torino
mercoledì, 24 Luglio 2024

Coronavirus Piemonte, no taxi per positivi al Covid

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Le persone positive al Covid non possono prender il taxi. Lo ha ribadito oggi in Consiglio regionale piemontese l’assessore alla Sanità Luigi Icardi, rispondendo al consigliere del Pd, Alberto Avetta, che aveva raccolto la segnalazione da parte di associazioni di tassisti, di pazienti Covid che avevano usato il servizio pubblico dei taxi per fare ritorno a casa dagli ospedali. “La nota che l’Unità di Crisi ha trasmesso alle Aziende sanitarie con le prime indicazioni per la gestione delle dimissioni di pazienti Covid-19 – ha detto Icardi – risale al 25 marzo.

La nota dava indicazioni anche rispetto alle precauzioni da adottare per gli spostamenti di pazienti Covid. Lo scorso 19 marzo, l’Unità di crisi ha nuovamente ribadito il divieto”. “Non basta ricordare che le norme vietano di portare i pazienti Covid – ribatte Avetta. L’assessore deve approfondire questo tema e non scaricare la responsabilità alle Asl o ai singoli malati”. “La Regione ribadisca che le strutture sanitarie devono trasportare i malati Covid con mezzi idonei”, aggiunge Paola Bragantini, di Unica Taxi Filt-Cgil.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano