18.2 C
Torino
mercoledì, 24 Luglio 2024

Caat, presidio dei facchini contro lo sfruttamento

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il Caat, Centro agro alimentare di Torino, di nuovo al centro delle proteste. Circa cinquanta persone, tra cui facchini e sindacalisti della Si Cobas, hanno manifestato nella notte davanti ai cancelli a Grugliasco, nella prima cintura del capoluogo piemontese, bloccando per circa un’ora l’ingresso alla struttura. È stato così reso impossibile entrare ai camion che avrebbero dovuto portare le merci prima dell’apertura.
Nel loro mirino, le condizioni contrattuali imposte da alcune cooperative ai facchini che lavorano al Caat, che denunciato una situazione di sfruttamento.
Il presidio si è sciolto, con disagi minimi, quando i manifestanti hanno ottenuto un incontro con il presidente del Centro agro alimentare, Giuliano Manolino, che ha ricevuto nei propri uffici alcuni manifestanti e sindacalisti. Ora il prossimo appuntamento è dopo le feste, l’8 gennaio, quando, come spiega proprio Manolino, è stata convocata una riunione con grossisti e cooperative, a cui dovrebbe essere presente anche l’assessore al Lavoro del Comune di Torino Domenico Mangone.
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano