18.6 C
Torino
domenica, 19 Maggio 2024

Perchè nel 2021 conviene investire in Bicoin

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare di Bitcoin. Impossibile, vero? Questo termine è infatti sulla bocca di tutti, o per lo meno, tutti noi lo abbiamo sentito nominare almeno qualche volta, a prescindere dalla approfondita, o no, conoscenza che ne possiamo avere. 

Il Bitcoin è la più celebre delle criptovalute. Creata nel 2009 da un inventore anonimo che sfruttò le più avanzate tecnologie connesse a internet per ideare una nuova modalità di scambio economico. Il bitcoin, come tutte le altre criptovalute nate negli ultimi 10 anni, non è una moneta fisica né legato alle banche nazionali. La sua diffusione, al contrario, dipende solo dalla tecnologia peer-to-peer dei computer connessi ad internet originando una serie di interscambi tra nodi. È dunque la criptografia a originare la generazione di nuova moneta e a stabilire la sua assegnazione.

All’inizio guardato con diffidenza il Bitcoin è diventato uno degli investimenti più interessanti da parte di chi vuole provare ad ottenere importanti guadagni. Non a caso negli anni il successo della criptovaluta ha fatto si che nascessero anche siti come bitcoinup-pro.com/login attraverso cui investire e soprattutto monitorare con attenzione l’andamento delle proprie quotazioni. 

Negli anni infatti il Bitcoin ha dimostrato di poter raggiungere vette difficilmente conquistabili da altre valute e chi ha avuto la fortuna o l’abilità di gestire al meglio i propri investimenti ha potuto arricchirsi grazie alle criptovalute.

A far storcere il naso ad alcuni è invece la volubilità del loro andamento sul mercato. Perchè se sanno raggiungere grandi vette dall’altra possono anche subire notevoli ribassi. Proprio il 2021 però può essere un anno di conferma e consacrazione per i Bitcoin per questo è bene tenere ad occhio questo titolo.

L’inizio del nuovo decennio non è dei migliori per la criptovaluta più famosa al mondo che fa registrare il massimo del suo ribasso con quasi un terzo del suo valore perso (-31%), arrivando il 22 gennaio scorso al record negativo di 28.845 dollari per Bitcoin.

Eppure come da sempre ci ha insegnato il Bitcoin sa essere imprevedibile e ribaltare tutte le situazioni. Così con il mese di febbraio il Bitcoin ha ribaltato la situazione ed ha iniziato una risalita del suo titolo che è aumentato del 40 per cento arrivando di nuovo sopra quota 40 mila dollari.

Tutto lascia dunque presagire che il 2021 possa essere un buon anno per investire in Bitcoin. A partire dal fatto che nel corso degli ultimi anni il numero di persone che hanno acquistato Bitcoin è lievitato e si aggira ora interno a 60 milioni di utenti registrati al blockchain. Inoltre, grandi speculatori stanno proprio avvicinandosi a questo mondo e le stime degli analisti prevedono che il 2021 possa essere l’anno dei record per la criptovaluta che potrebbe arrivare al record storico di 100mila dollari di valore.

Insomma, conviene avere l’occhio puntato su quanto accade nel mondo dei bitcoin ed essere pronti a valutare investimenti che se fatti al momento giusto possono rendersi davvero molto redditizi!

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano