23.3 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Incendio Carrefour, Filcams Cgil: “Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro non solo ai tempi del Coronavirus”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Un sibilo sinistro, improvvise fumate dense e nere, materiali infuocati che cadono dal soffitto; è quanto clienti e dipendenti dell’ipermercato Carrefour di Nichelino hanno vissuto questa mattina alle 9,30, realizzando all’ improvviso che stava divampando un incendio nel Punto Vendita; fortunatamente tutti i presenti sono riusciti a raggiungere la strada senza danni e l’intervento immediato dei vigili del Fuoco ha riportato sotto controllo la situazione. Un incendio improvviso, le cui cause e le eventuali responsabilità verranno ora accertate dalle autorità competenti.
Questa la cronaca di un episodio che la Filcams-Cgil di Torino giudica gravissimo e che deve rimettere al centro dell’attenzione generale il tema della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, a prescindere dall’emergenza COVID 19, rilevando come la cultura e l’attenzione prestata all’argomento sia ancora del tutto insufficiente.
Una riflessione che deve essere posta alla base di qualsiasi percorso di riavvio della cosiddetta FASE 2 dove, nella riapertura delle attività produttive e commerciali, ci dovrà essere l’analisi delle questioni attinenti alla salute ed alla sicurezza sul lavoro a tutto tondo: non possiamo infatti dimenticare quante morti sul lavoro si stavano registrando quotidianamente in Italia, ancor prima che scoppiasse l’attuale emergenza pandemica.
Per questo rivendichiamo sin da oggi che, nel definire a livello aziendale i piani di ripresa delle attività in sicurezza, occorre vi sia il pieno coinvolgimento delle Organizzazioni Sindacali e dei loro delegati, che abbiano modo di verificare sino in fondo i Documenti di Valutazione dei Rischi (DVR), riconoscendo appieno ai Rappresentanti dei Lavoratori alla Sicurezza (Rls) quel ruolo centrale a loro attribuito dalla legislazione in materia.
“Aggiornamenti e verifiche dei DVR, delle procedure, della disponibilità dei dispositivi di tutela individuale, oltre a approfonditi controlli e manutenzioni degli impianti nelle Aziende, devono essere considerati fondamentali per lavorare in sicurezza – commenta il segretario generale della Filcams di Torino, Umberto Radin – Tuttavia, anche se per molte Aziende risulta comodo credere che le Leggi, Protocolli, Accordi Sindacali sulla materia, possano essere “derogabili” in caso di emergenza, noi crediamo che è proprio in queste circostanze le attenzioni devono aumentare . Occorre far tesoro dell’episodio accaduto oggi, per ribadire che la Sicurezza nei luoghi di lavoro deve essere la condizione imprescindibile per lavorare con serenità. Dove questa non dovesse essere garantita, la Filcams – Cgil utilizzerà gli strumenti più opportuni per tutelare le lavoratrici ed i lavoratori”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano