25.2 C
Torino
martedì, 23 Luglio 2024

Fallimento Scarpe & Scarpe, Fisascat Cisl Torino-Piemonte: “Rispetto per i dipendenti”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La Fisascat Cisl Torino-Piemonte commenta il rischio di fallimento della ditta Scarpe & Scarpe di Torino, chiedendo “rispetto e attenzione per i dipendenti” che rischiano il posto di lavoro.
L’Azienda Scarpe & Scarpe ha presentato il 4 aprile scorso istanza di concordato preventivo presso la sezione fallimentare del Tribunale di Torino.
Sono 1800 i dipendenti a livello nazionale su 153 punti vendita – di cui circa 400 in Piemonte  (27 a tempo determinato) – che hanno ricevuto a oggi solo il 60 % della loro retribuzione del mese di febbraio 2020 e sono in attesa di percepire il saldo e i giorni lavorati a marzo.

“L’Azienda – spiegano Stefania Zullo e Cristiano Montagnini della Fisascat Cisl  Torino-Piemonte – pur avendo raggiunto l’accordo della cassa integrazione in deroga a livello nazionale, non ha saldato la quota restante ai suoi dipendenti. Siamo seriamente preoccupati delle difficoltà economiche che stanno affrontando i lavoratori”.

“Non sappiamo neanche i tempi di messa in pagamento da parte dell’Inps della cassa integrazione. Oltre a esigere dall’azienda garanzie occupazionali e retributive, chiediamo rispetto e attenzione verso i suoi dipendenti che hanno sempre dimostrato massima dedizione e fiducia”, concludono dalla Cisl.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano