14.1 C
Torino
lunedì, 1 Giugno 2020

Tav, costi-benefici? Bufale. È solo questione politica

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Torino, scoppia la rivolta contro la polizia in corso Giulio. Quattro anarchici fermati (VIDEO)

Secondo gli anarchici si è trattato di un sopruso delle forze dell'ordine, mentre la polizia replica che il tutto sarebbe scoppiato per impedire l'arresto...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Dopo oltre venticinque anni di confronti pubblici, di analisi costi-benefici, di varianti di percorso, di cantieri aperti, bloccati e poi sbloccati, di valutazioni di impatto ambientale, mi chiedo: ma al governo sanno di che cosa parlano quando pronunciano l’acronimo TAV?
Capisco le ragioni del presidente Chiamparino e comprendo la sua idea di convocare gli Stati generali delle Infrastrutture, però dico che è venuto il momento di smetterla di prenderci in giro e di smetterla a parlare di cifre, di costi e di benefici perché ormai lo sanno anche le pietre, e guardiamo la realtà per quello che è: la Tav è una questione solo ed esclusivamente politica e ideologica.
L’Alta velocità è un segmento importante dell’ideologia della “decrescita felice”, bloccarla o realizzarla può essere decisivo per la sopravvivenza di questo governo. E il referendum, su cui sono d’accordo, è lo strumento utile per scavallare le resistenze ideologiche all’opera e alle infrastrutture in genere.
I primi, seri danni si vedono già con la decisione di Telt, la società incaricata della costruzione del tunnel di base, di bloccare appalti per 2,3 miliardi quando nel planning è previsto il bando entro fine estate. Una decisione grave, scaturita dopo le minacce del ministro Toninelli. Ci sono danni incalcolabili che si vanno accumulando per le casse dello Stato
Al ministro Toninelli, al presidente Conti, ai suoi due vice Di Maio e Salvini mi permetto di chiedere: ma pensate davvero che i piemontesi e gli italiani si lasciano mettere la sveglia al collo? Dei costi e dei benefici si conosce tutto e di più, sull’impatto ambientale esistono intere biblioteche, allora si dica chiaro e forte che la Tav non si deve fare perché diversamente entra in crisi la ragione sociale del M5s e, di conseguenza, potrebbe entrare in crisi il governo.
Qualcuno spiegherà poi agli italiani perché si preferisce tenere in piedi un esecutivo nato sbilenco a costo di bloccare lo sviluppo e la modernizzazione dell’Italia. E spiegazioni puntuali si daranno alle centinaia di lavoratori dei cantieri licenziati di punto in bianco, e i soldi da restituire alla UE, alla Francia e gli oneri per il ripristino del territorio. Inutile che dalla maggioranza si continuino a spargere cortine fumogene: se passa la linea No-TAV vuol dire che il governo va avanti, e l’Italia va indietro.
Se passa il Sì alla Tav, si ferma il governo, ma l’Italia riprende a correre.
Scritto da Osvaldo Napoli

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

La Festa della Tommaseo su Youtube il 7 giugno: “Servono 30 mila euro per attività e laboratori”. Adotta la scuola

La tradizionale festa dell'Istituto comprensivo Niccolò Tommaseo si svolgerà anche quest'anno, seppur in maniera differente dalle altre edizioni, come spiegano dalla scuola...

2 Giugno Festa della Repubblica in Piemonte

In occasione del 2 giugno, Festa della Repubblica, Giunta e Consiglio regionale, Prefettura, Comune di Torino, Città metropolitana, Ufficio scolastico regionale e i...

Ripresa perchè non porta la mascherina sul bus, sassate all’autista Gtt

Un'aggressione con una vera e propria escalation di violenza quella subita da una autista di Gtt questa mattina, all'altezza di corso Lecce. 

Teatro Regio, la prima vittima “con” Coronavirus

Molto spesso abbiamo sentito in questi mesi due differenti espressioni riferite al Covid: il paziente è morto “per” il coronavirus oppure “con”...

Stretta di Appendino sulla movida: le nuove regole valide fino al 6 giugno

La sindaca Chiara Appendino prova a mettere un freno alla movida visto le folle che hanno gremito locali e piazze della città...