23.3 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Strasburgo salva Berlusconi: la Corte dei Diritti ammette il ricorso alla condanna

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha ammesso il ricorso di Silvio Berlusconi dopo la condanna per frode fiscale a quattro anni.
Strasburgo potrebbe diventare dunque una boccata di ossigeno per l’ex Cavaliere visto che come hanno comunicato dal Cedu ai legali della difesa, presto verrà fissato un procedimento per “violazione ripetuta dei principi cardine del giusto processo”.
La Corte Europea ha giustificato il tutto accettando la tesi dei legali di Berlusconi sulla violazione ripetuta dei diritti dell’imputato. In verità, a Strasburgo erano stati inviati diversi ricorsi e la Corte li aveva respinti tutti.
Ora invece se venissero riconosciute le violazioni all’ex premier potrebbe esserci addirittura l’annullamento della sentenza e Berlusconi potrebbe ricandidarsi. Una speranza per il Centrodestra che incrocia le dita: infatti la sentenza europea arriverà sicuramente prima della primavera 2015, che in caso di caduta del Governo porterebbe a della nuove elezioni.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano