23.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

S-Cambia Cibo. La nuova piattaforma web per scambiarsi il cibo ed evitare gli sprechi

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Vanna Sedda
Nell’era della condivisione anche il frigorifero diventa social. E lo fa su internet, ovviamente. S-Cambia Cibo è la nuova piattaforma web italiana per recuperare le eccedenze di cibo e metterle gratuitamente a disposizione della comunità. È stata ideata da una start up di giovani che hanno riflettuto sul problema dello spreco alimentare, soprattutto domestico, e sulle soluzioni per contrastarlo.
Ogni anno infatti, si buttano via 1,3 miliardi di tonnellate di alimenti, e la maggior parte di questi sprechi, il 42%, avviene proprio nelle nostre case. Prodotti acquistati in più per errore o che per una partenza o un impegno non vengono più consumati. Sul sito www.scambiacibo.it i cittadini possono metterli in rete accompagnati da una foto, geolocalizzandoli sulla mappa, in modo che vengano facilmente trovati da chi ne ha bisogno, evitando così di buttarli e limitando la produzione di rifiuti.
S-Cambia Cibo si pone anche l’obiettivo di incentivare e rafforzare i rapporti di vicinato e di comunità, anche perché per poter avere il cibo abbastanza fresco occorre una vicinanza fisica con chi lo mette a disposizione. Inoltre comporta un grande risparmio economico per le famiglie, con conseguenti benefici sociali, oltre che ambientali, dati dalla riduzione di emissioni di anidride carbonica, consumo d’acqua e degrado del suolo per lo smaltimento dei rifiuti.
La prima versione beta del sito è stata messa online pochi giorni fa, quando è stata presentata in un convegno a Sana 2014, il salone internazionale del biologico e del naturale, alla presenza del ministro dell’ambiente Gianluca Galletti e con la collaborazione di Coop Adriatica, che sostiene il progetto.
Per iniziare S-Cambia cibo funzionerà nella città di Bologna, ma c’è molto interesse per il progetto che ci auguriamo si allarghi a macchia d’olio, creando quel circolo virtuoso per noi e per l’ambiente.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano