12 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

Processo Minotauro, domani la sentenza

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

75 imputati. 733 anni di carcere richiesti complessivamente dall’accusa. Questi sono i dati del processo Minotauro, sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta in provincia di Torino, alla vigilia della sentenza.
Domani, dunque, la giuria, presieduta dal giudice Paola Trovati, è chiamata a esprimersi in merito alla sorte degli imputati.
La Procura di Torino aveva aperto l’inchiesta in seguito alle rivelazioni del pentito Rocco Varacalli. Dopo erano scattate le manette ai polsi di 146 persone in quanto ritenute affiliate alle ‘ndrine locali.
Ma non basta. Perché a essere scoperte sono state anche infiltrazioni mafiose in alcune amministrazioni comunale: quella di Leinì, per il cui sindaco Nevio Coral è stata chiesta una condanna a dieci anni, e di Rivarolo Canavese, ma qui a finire nel registro degli indagati è stato l’ex segretario comunale Antonino Battaglia per cui sono stati chiesti sette anni.
Domani, come detto, la lettura della sentenza che potrebbe avvenire nel pomeriggio.

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano