3.7 C
Torino
domenica, 17 Gennaio 2021

Paratissima Art Station. Dal 23 ottobre all’ 8 dicembre quattro stazioni per l’arte emergente

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Rosanna Caraci
Rosanna Caraci
Giornalista. Si affaccia alla professione nel ’90 nell’emittenza locale e ci resta per quasi vent’anni, segue la cronaca e la politica che presto diventa la sua passione. Prima collaboratrice del deputato Raffaele Costa, poi dell’on. Umberto D’Ottavio. Scrive romanzi, uno dei quali “La Fame di Bianca Neve”.

Due mesi di bellezza, ispirazione, arte ed espressione: Paratissima sconvolge e colora la quotidianità dei torinesi e di tutti coloro che dal 23 ottobre all’8 dicembre, vorranno arrivare in città per visitare questo grande palcoscenico per artisti emergenti. Viene in questa edizione ripensata la classica fiera d’arte e viene proposto un nuovo assetto espositivo certamente più sostenibile e flessibile sia per gli artisti che per le gallerie d’arte.

Paratissima è organizzata da PRS. La direzione artistica è di Francesca Canfora. È realizzata con il supporto di CDP Investimenti SGR, società del Gruppo Cassa depositi e prestiti, il contributo di Fondazione Compagnia di San Paolo e il patrocinio della Città di Torino.

E’ un messaggio di rinascita, spiegano gli organizzatori, necessario dopo mesi nei quali l’arte e la sua esposizione sono stati fortemente penalizzati dallo sto agli eventi imposto dal lockdown. L’arte e la possibilità che le opere danno di “evadere” rappresentano una chance imperdibile per misurarsi con le proprie emozioni e per gli appassionati di confrontarsi con le proprie conoscenze, ampliandole.

Paratissima espone in piazzetta Accademia Militare 3, dietro il Teatro Regio: è una grande opportunità per gli emergenti, che non sempre sono giovanissimi, che grazie alla kermesse trovano un modo per farsi conoscere, esponendo le proprie opere: dalla scultura, alla fotografia, alla pittura. C’è fantasia ed emozione, forza e creatività tra le stanze di Paratissima che offre di volta in volta al pubblico contenuti nuovi e diversi. 

La forza del format è infatti quello di non essere statico ma di muoversi, esattamente come la creatività umana.
Paratissima mantiene inalterata la sua identità e la sua mission di sostegno all’arte emergente, ma variano i tempi di fruizione dedicati alle sezioni che compongono l’intero evento: arti visive, gallerie d’arte e fotografia. 

L’arte rende Paratissima una stazione, fatta di transito, di salite e discese, di incontri, di sguardi: da punto di incontro, di partenza o di arrivo a matrice di scambi e relazioni, dove la circolazione per l’arte e le sue nuove proposte è libera. Ecco che nasce dunque Paratissima Art Station, naturale evoluzione del processo creativo di Paratissima. Il viaggio popone quattro fermate: la prima è “NICE & FAIR – Contemporary visions” e affronta il tema della contemporaneità nelle 5 mostre collettive, che coinvolgono più di 80 artisti, curate dagli 11 allievi del corso per curatori N.I.C.E. – New Independent Curatorial Experience. 

La seconda fermata “G@P – Galleries at Paratissima” è dedicata ai professionisti di settore nella vendita di opere d’arte. Sono quattordici, quattro in più dell’anno scorso, le gallerie selezionate.

La terza fermata “REBIRTHING – Art to restart”, curata da Paolo Lolicata e Giulia Giglio, si interroga sul futuro: nel presente attuale sospeso e dilatato si vive nell’attesa di un segno di speranza o miglioramento, che lasci intravedere una qualche sfumatura di un possibile e prossimo futuro. La costante, il comune denominatore globale, è l’incertezza ma, nonostante ciò, si staglia ora chiaro e netto all’orizzonte il desiderio di rinascita e la necessità di un cambiamento. Un tema assolutamente sentito dopo l’esperienza del lockdown e ancora in piena lotta contro la pandemia.

La quarta e ultima fermata “PH.OCUS – About photography”, a cura di Laura Tota, è dedicata alla fotografia contemporanea con due mostre curate e un progetto speciale per raccontare la quarantena, il lockdown e la forza della comunicazione visiva della fotografia autoriale. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano