27.5 C
Torino
martedì, 23 Luglio 2024

No Tav, Usb, Potere al Popolo: nasce il fronte contro Lo Russo. Presidio al Comune per un’alternativa al “Sistema Torino”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

“Nuova giunta Lo Russo, vecchio Sistema Torino” con questo slogan viene lanciato il primo presidio contro la nuova amministrazione comunale, con un appuntamento sotto Palazzo di Città per lunedì 8 novembre, in concomitanza con il primo consiglio comunale.

A indirla diverse sigle tra cui l’Assemblea No Tav di Torino, Potere al Popolo, Cub, Asia Usb, Cambiare Rotta- Organizzazione giovanile comunista e Mamme in piazza per la libertà di dissenso. 

“La nuova giunta Lo Russo sa già di vecchio” scrivono gli organizzatori del presidio.

“Le prime dichiarazioni riportano senza sconti al modello basato su grandi progetti speculativi, centro città come una vetrina per grandi eventi, esternalizzazioni e precarietà lavorativa, sostegno ai privati a scapito del pubblico e assessori “consigliati” dalle fondazioni bancarie”.

“Un modello di sviluppo che ha prodotto in oltre tre decenni problematiche sociali sempre più pesanti per la città. – proseguono – La giunta Lorusso ripropone oggi tale visione politica, che ha compromesso l’accesso a strati di popolazione sempre più ampi da diritti elementari come la casa, il lavoro, la sanità, i trasporti fino ai documenti”.

Gli organizzatori lanciano dunque un appello a scendere in piazza “per rafforzare l’alternativa sociale in questa città e rimettere al centro i bisogni e le necessità delle classi popolari, dei lavoratori e degli emarginati”. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano