9.2 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

Murazzi, confermate le assoluzioni. Ferrari: “Fiducia nella giustizia”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini

Il tanto rumore, per undici dei quattordici imputati nella vicenda dei Murazzi, poi è diventato niente. Con la decisione della Corte d’appello di Torino, che ha dichiarato inammissibile il ricorso della procura contro la sentenza di primo grado, sono state confermate le assoluzioni nel processo per i presunti favoriti da parte di alcuni uomini delle istituzioni ai gestori dei locali dei Murazzi. Confermato che “il fatto non sussiste”.

Sul tema è intervenuto Giuseppe Ferrari, vicedirettore generale della Città di Torino: «Sono soddisfatto. Questa sentenza mi conferma la fiducia che ho sempre avuto nella giustizia». Riguardo al suo futuro, Ferrari sottolinea che il suo incarico scadrà tra venti giorni e un eventuale futuro nel ruolo dipende dalla volontà della sindaca Appenino.

Il Procuratore generale Andrea Bascheri ha invece chiesto una condanna a un anno e sette mesi di carcere per Cesare Vaciago, ai tempi city manager della Città di Torino, in merito alla parte del processo relativa allo sgombero di una delle arcate. Per i restanti due imputati, due dirigenti del Comune, il Bascheri ha chiesto una condanna a dodici mesi e una assoluzione.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano