18.9 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Morto durate il tso, famiglia respinge comitato come parte civile: “Vicino a Scientology”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di B.B.M.

La famiglia di Andrea Soldi, il 45enne morto nell’estate 2015 durante un tso, si è opposta alla richiesta di costituzione di parte civile di due associazioni, il “Comitato dei cittadini per i diritti umani”, onlus milanese e il “Comitato di iniziativa anti psichiatria” di Santa Teresa di Riva, in Sicilia. Il motivo sarebbero dei presunti rapporti tra una delle associazioni e Scientology, la nota e discussa organizzazione. «Vogliamo un processo sereno, tranquillo e ordinato, che non sia una bagarre», spiega Luca Jacopo Lauri, uno dei difensori della famiglia Soldi nell’udienza preliminare che vede imputati per omicidio colposo tre vigili urbani e uno psichiatra.

«Una delle associazioni sembra essere legata a Scientology – aggiungi Lauri – realtà con cui la famiglia Soldi non ha mai avuto legami e che potrebbe portare a strumentalizzazioni. L’altra associazione invece non ha un legame con il territorio come richiesto dalla giurisprudenza».

«Ci sarebbe piaciuto che alcune associazioni del territorio si fossero costituite parte civile. Non capisco ancora perché non l’abbiano fatto», conclude la sorella di Andrea, Cristina Soldi.

Il 14 novembre il gup Elena Rocci deciderà sull’ammissibilità parti civili.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano