23.4 C
Torino
venerdì, 12 Agosto 2022

Moncalieri, ci sono le condizioni per andare avanti con Montagna

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Ottimismo dal Partito Democratico per quanto riguarda il proseguo del mandato di sindaco di Paolo Montagna. A una settimana dalle dimissioni del primo cittadino (www.nuovasocieta.it/cronaca/moncalieri-dimissioni-di-montagna-carretta-fatto-grave-retedem-i-moderati-sono-tali)ci sono degli spiragli positivi, come spiegano il segretario regionale Pd Davide Gariglio e quello metropolitano Mimmo Carretta:
«Abbiamo potuto apprezzare l’apertura del sindaco Montagna per contribuire a una positiva conclusione della crisi in atto a Moncalieri».
«La disponibilità a scorporare, congelare per cinque anni e ridiscutere in consiglio quella parte del progetto di riqualificazione della ex-DEA sulla quale i Moderati hanno espresso delle perplessità, ovvero l’incremento di superficie commerciale prevista nell’ultima versione del progetto, riteniamo sia un segnale importante di dialogo».
«Siamo convinti che ci siano le condizioni per superare l’empasse e poter ridiscutere insieme un patto di mandato per i prossimi tre anni di consiliatura, condividendo insieme priorità e scelte, a partire dal reingresso dei moderati in Giunta», concludono Gariglio e Carretta.

«Il sindaco si è fatto carico di sintetizzare una proposta che, pur nella consapevolezza che la destinazione commerciale è ammessa dal vigente PRGC, salvaguardi da potenziali impatti negativi che potrebbero sortire dall’incremento della destinazione commerciale sul commercio del Centro Storico di Moncalieri, già fortemente in sofferenza – dice Danilo Lanè, segretario del Pd Moncalieri – Auspichiamo che tale iniziativa risponda alle istanze dei Moderati di cui ci siamo responsabilmente fatti carico e che, soprattutto, ciò consenta di affrontare il vero nodo politico che ci interessa e che il sindaco ha posto con le sue dimissioni: un patto di legislatura vero e definitivo, con l’ingresso dei Moderati in Giunta e obiettivi condivisi da qui alla conclusione del mandato che ci hanno dato i cittadini elettori».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano