12.9 C
Torino
lunedì, 24 Giugno 2024

Mister Gilardino al Genoa ha trovato la sua dimensione

Più letti

Nuova Società - sponsor

Il Genoa è una delle squadre più storiche del calcio italiano, e attualmente è allenato dall’ex attaccante della Nazionale Italiana, e campione del mondo nel 2006, Alberto Gilardino. Dopo una brillante carriera da giocatore, Gilardino ha iniziato la sua carriera da allenatore nel 2018, quando ha preso le redini della squadra Under-19 della Fiorentina. Successivamente, ha lavorato come assistente dell’ex allenatore del Parma, Roberto D’Aversa, con cui ha ottenuto la promozione in Serie A.

Nel novembre del 2020, Gilardino è stato chiamato a sostituire Rolando Maran come allenatore del Genoa. La sua nomina è stata accolta con scetticismo da molti, dato che Gilardino aveva appena 38 anni e non aveva molta esperienza come allenatore. Tuttavia, il giovane allenatore ha dimostrato di avere le capacità e la passione necessarie per guidare una squadra di Serie A.

La sua prima partita ufficiale come allenatore del Genoa è stata una vittoria per 1-0 contro la Sampdoria nel Derby della Lanterna. Da quel momento, Gilardino ha cercato di costruire una squadra solida e organizzata, soprattutto in difesa solida, e con una buona fase di possesso palla. Tuttavia, non ha potuto evitare la retrocessione nella serie cadetta.

La sua filosofia di gioco è basata su una forte disciplina tattica, la solidità difensiva e pressing a tutto campo. Ripartendo da questi principi di gioco, dopo un inizio in salita, il Genoa ha pian piano riconquistato posizioni risalendo fino al secondo posto in classifica, e ormai mancano solo pochi punti per la conquista matematica della promozione in serie A, dopo una sola stagione di purgatorio. 

Protagonisti di questa stagione sono stati senz’altro Massimo Coda, bomber di professione che garantisce ogni anno un bel fatturato realizzativo, e la sorpresa Albert Gudmundsson: l’islandese è il miglior realizzatore dei rossoblu, imprescindibile nell’undici iniziale, assieme ai centrocampisti Morten Frendrup, danese, e Filip Jagiello, polacco, e ai difensori Radu Dragusin, rumeno e Stefano Sabelli.

Andando a curiosare tra le quote delle scommesse serie B, tralasciando la già promossa Frosinone e  il Genoa oramai ad un passo dal traguardo, le altre protagoniste e candidate sono il Bari a 2.75, la neopromossa pugliese ha disputato finora un campionato straordinario, sotto la guida del tecnico Michele Magnani, il Parma a 4.00, e il Cagliari a 4.50. Sembrano queste tre grandi le favorite per i playoff, ma sappiamo bene che tutto può succedere nella fase degli scontri diretti: Sud Tirol, Palermo, Pisa e Reggina sono formazioni agguerrite che proveranno a fare il colpo!

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano