7.7 C
Torino
sabato, 25 Maggio 2024

Metro 2, abbandonata l’ipotesi del project financing

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

L’assessora comunale di Torino ai Trasporti Maria Lapietra nel corso di una commissione sulla futura linea 2 della metropolitana del capoluogo piemontese nella quale ha illustrato le tre ipotesi per la realizzazione della prima tratta Rebaudengo – Politecnico: “Mi sento di poter dire che il project financing l’abbiamo abbandonato, abbiamo visto che i canoni sono troppo alti”.

Dunque questa ipotesi tramonta e restano in piedi le altre due: l’utilizzo esclusivo delle risorse statali, iniziando da un tratto più breve con gli 828 milioni già stanziati in attesa di eventuali finanziamenti ulteriori, o con fondi statali integrati da un mutuo per la tratta prolungata.

Lapietra ha spiegato che “in questa fase emergenziale è in corso la definizione di una collaborazione fra Mit e Cassa Depositi e Prestiti per un pacchetto agevolato, sia in termini di preammortamento che di tassi, per tutte le opere di rilevante interesse strategico nazionale, e questo è importantissimo per prendere una decisione”.

“Per prima cosa dovremo sapere se la metro 2 sarà inserita fra le opere strategiche, poi sapere quali sono le agevolazioni che propone Cdp. A quel punto si potrà decidere”, ha concluso Lapietra

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano