27.6 C
Torino
martedì, 16 Luglio 2024

Medici e infermieri lanciano l’allarme: “Ospedali piemontesi già al collasso. Usare Lingotto per ospitare i malati”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

I numeri dei contagi e dei ricoveri per seconda ondata di Covid-19 stanno crescendo esponenzialmente e i sindacati di medici e infermieri lanciano l’allarme: “L’andamento esponenziale della curva epidemica è preoccupante. La crescita del numero di ricoveri ospedalieri è tale che tra pochi giorni supereremo quelli del picco di Aprile. Che gli ospedali siano prossimi al collasso è testimoniato dalla drammatica situazione dei Pronto Soccorso, che hanno crescente difficoltà a ricoverare nei reparti di degenza. La tendenza a saturare rapidamente le risorse umane ed i posti letto, la riduzione dell’assistenza per i pazienti Covid negativi, per dirottamento di risorse ed energie su Covid positivi, impongono scelta rapide e decise”. 

A sostenerlo Anaao Piemonte e Nursind Piemonte in una nota congiunta in cui si chiede che “con urgenza venga previsto l’allestimento di un’area modulare di degenza extra ospedaliera, con letti di Terapia Intensiva e Subintensiva”. E sindacati indicano anche il Lingotto Fiere come possibile area da allestire per i malati di Covid in quanto “già fornita di dotazioni, spazi, ampia accessibilità e vicinanza alla Città della Salute o rivalutare le Ogr. Sarà inoltre indispensabile l’istituzione di equipes dedicate e formate alla gestione clinica e dei DPI, da indirizzare al sito individuato”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano