7.6 C
Torino
venerdì, 24 Maggio 2024

La nostra storia ci ha aiutato a venire da dietro per battere la città – ANCELOTTI

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il boss del Real Madrid Carlo Ancelotti ha detto che era “difficile” dire come la sua squadra continua a girare in rimonte di Champions League, questa volta nella loro semifinale contro il Manchester City. Madrid era giù e fuori a pochi secondi dalla fine, ma due gol di Rodrygo livellato la cravatta in aggregato, e Karim Benzema ha scanalato casa dal punto di rigore nel tempo supplementare per sigillare una vittoria sorprendente.

Carlo Ancelotti ha detto che il peso della storia del Real Madrid li ha portati alla sorprendente vittoria in rimonta in Champions League sul Manchester City.

Dopo che Riyad Mahrez aveva messo il City in vantaggio per 5-3 al 73esimo minuto, gli uomini di Pep Guardiola sembravano sulla buona strada per la finale contro il Liverpool.

Ma due gol in un minuto del sostituto Rodrygo hanno portato ai tempi supplementari, dove Karim Benzema ha segnato la vittoria dei Los Blancos dal dischetto. Tutti coloro che hanno scommesso sullo sport su Migliori siti scommesse.com devono essersi guadagnati la vacanza.

Ancelotti ha detto a BT Sport: “Non posso dire che siamo abituati a vivere questo tipo di vita, ma quello che è successo stasera è successo contro il Chelsea e anche contro il PSG”.

“È difficile dire perché [continua a succedere]. La storia di questo club ci aiuta ad andare avanti quando sembra che siamo finiti.

“La partita era quasi finita e siamo riusciti a trovare l’ultima energia che avevamo.

“Abbiamo giocato una buona partita contro un avversario forte. Quando siamo riusciti a pareggiare abbiamo avuto un vantaggio psicologico nei tempi supplementari. Non ho avuto il tempo di pensare a [eventualmente] perdere la partita.

È stato difficile perché il City aveva il controllo del gioco, ma nell’ultima occasione siamo riusciti ad andare ai supplementari”.

“Sono felice di essere lì in finale a Parigi contro un altro grande rivale. Siamo abituati a questo. Sarà una partita fantastica per il calcio”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano