18.9 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Eurovision, Lo Russo: “Stesso spirito di Torino 2006” 

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Entra nel vivo Eurovision a Torino e per il sindaco Stefano Lo Russo si respira la stessa aria di Torino 2006: “Abbiamo recuperato lo spirito delle Olimpiadi: quell’evento è stato capace di insegnare a tutti noi l’importanza dello stare insieme, di superare le differenze e di puntare dritti all’obiettivo”.
“E’ un grandissimo risultato che ci consentirà di pensare anche ai prossimi eventi con uno spirito rinnovato e con la capacità di fare squadra – aggiunge a margine della inaugurazione del Media Center Casa Italia -. Oggi c’è bisogno di questo, l’economia della città deve ripartire e deve ripartire l’economia del Piemonte: mettersi insieme fa davvero la forza e consente di raggiungere gli obiettivi”.
“Siamo alla vigilia di un evento di festa – ha proseguito Lo Russo – che segnerà simbolicamente la ripartenza dopo la pandemia. La nostra amministrazione ha molto lavorato per far trovare la città pronta all’appuntamento. Saremo al centro dell’Europa musicale, e avremo una bellissima vetrina per far vedere cosa sa mettere in campo Torino quando fa squadra, un lavoro che è ora ripartito dopo molto tempo, grazie anche alle nostre strutture tecniche e alle partnership che abbiamo saputo mettere in campo”. 

L’Eurovision Song Contest, organizzato dall’European Broadcasting Union (Ebu) e dalla Rai dal 10 al 14 maggio, sarà seguito in Eurovisione da 200 milioni di persone. Il costo per il sistema locale è sui 14 milioni, considerando gli interventi di Comune, Regione, Camera di Commercio e Fondazioni bancarie, ma le ricadute per il territorio sono stimate in 6/7 volte l’investimento. Lo sottolineano il sindaco Stefano Lo Russo, il presidente della Regione Alberto Cirio, e il direttore del Centro di produzione Rai , Guido Rossi, che all’inaugurazione del media center “parla di un imponente sforzo organizzativo”. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano