21.3 C
Torino
venerdì, 12 Luglio 2024

La casa editrice Impremix e Anpi donano al Presidente Mattarella un libro sui Valsusini durante la Resistenza

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Un libro per il Presidente Sergio Mattarella e l’invito al Museo della Resistenza di Condove. E’ l’iniziativa della Casa editrice Impremix con l’Anpi locale.

Il volume donato è “Percorsi di viaggio” di Aurora Tabone, il libro che la casa editrice Impremix ha spedito al presidente della Repubblica Sergio Mattarella affinchè giunga, si spera, sulla scrivania del Quirinale.

L’iniziativa è nata dal desiderio dell’ editore Enrico Cavallito e del Museo della Resistenza di Condove di augurare buon lavoro a Mattarella, riconfermato nel suo ruolo alla guida dello Stato. Ma anche per presentargli, in un volume ricco di testimonianze, la ricchezza e il coraggio dei Valsusini in quel periodo nel quale fu d’obbligo scegliere da che parte stare, e che fecero la scelta giusta.

“Come molti italiani abbiamo seguito con preoccupazione le prime fasi delle votazioni per la elezione del Presidente della Repubblica. Abbiamo pensato di partecipare, nel nostro piccolo, con un gesto simbolico: offrire alla più alta carica dello Stato uno dei nostri libri – spiega Enrico Cavallito – . Tra i molti ne abbiamo scelto uno dedicato ai momenti significavi che hanno portato alla costruzione del Museo della Resistenza di Condove e fanno rivivere l’esperienza di chi ha fatto ieri una scelta di libertà e di impegno civile che oggi ci consente di vivere in un Paese libero e democratico”.

“Siamo convinti che il Presidente non abbia bisogno di stimoli per continuare nella sua alta opera in difesa dei principi costituzionali – aggiunge Cavallito – La lettura del volumetto è però uno stimolo alla curiosità nei confronti di storie e di aneddoti che nei grandi libri di storia non è possibile trovare. E’ questa la forza dell’editoria locale”.

“Chissà che – conclude Cavallito – non sia il libro un incentivo per convincere il Presidente a far visita al Museo della Resistenza di Condove, in una delle sue prossime visite in Piemonte. Il Gruppo dell’Anpi di Condove, che gestisce il Museo in modo assolutamente volontario, sarà onorato di accompagnarlo”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano