20.7 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Il Coronavirus non cambia le abitudini degli italiani al volante: oltre il 70% rinnoverà l’RC auto

Più letti

Nuova Società - sponsor

Nel periodo compreso tra marzo ed aprile 2020 è calato drasticamente il numero delle vetture in circolazione, condizione che ha spinto le principali compagnie assicurative ad abbassare notevolmente i prezzi.
Forse anche per questo motivo, il 71,4% degli italiani con la polizza in scadenza tra febbraio e giugno 2020, ha già rinnovato o comunque rinnoverà l’RC della prima auto. Questa percentuale sale al 73% prendendo in considerazione i titolari delle seconde auto.
Solo una piccola parte, il 7,7% degli italiani, non intende rinnovare la polizza, sfruttando magari il periodo di tolleranza esteso a 30 giorni dal decreto Cura Italia. Il 5,5% preferisce invece aspettare direttamente la fine delle fase 2. Tra i proprietari delle seconde auto, il 6,4% preferisce attendere la fine del lockdown.
Stando a questi dati, rilasciati da Nielsen Media Italia per Prima Assicurazioni, le abitudini degli automobilisti italiani non sono cambiate più di tanto.
Un dato interessante che emerge è invece la maggior propensione a stipulare assicurazioni online, apprezzate sia per il buon rapporto qualità/prezzi sia per la rapidità di accedere ai servizi.
Secondo lo studio, il 9,1% degli intervistati stipulerà il contratto assicurativo con la stessa compagnia, ma riducendo il numero di garanzie accessorie. Il 2% ha invece comunicato che si rivolgerà ad un’altra compagnia per ottenere un risparmio maggiore.
In questo periodo di incertezza, per molte famiglie risparmiare è diventato un mantra, soprattutto per l’assicurazione del veicolo, che ha un impatto importante sul budget familiare. In tal senso Prima Assicurazioni è uno dei player più affermati, soprattutto per la competitività e la convenienza dei prezzi. Sul sito Prima.it sono poi disponibili diverse garanzie accessorie interessanti per molti guidatori, che possono gestire tutti i servizi con una semplice app. Risulta molto apprezzato anche il servizio di assistenza al cliente in caso di incidente.
La situazione cambia, anche se di poco, per i motociclisti. Tra gli intervistati, il 66,2% dei centauri ha rinnovato o rinnoverà l’RC moto anche durante il periodo di lockdown.
L’8,6% ha invece dichiarato che preferisce avere maggiori informazioni prima di procedere al rinnovo. Il 9,4% invece vuole attendere la fine dell’emergenza.
Il numero di rinnovi tra i motociclisti è leggermente inferiore rispetto agli automobilisti, anche perché la moto è un mezzo utilizzato soprattutto per svago.
Inoltre molti centauri nei mesi invernali ed autunnali parcheggiano la loro moto in box o garage privati, per poi riprenderla proprio nei mesi estivi e primaverili.
Anche tra i motociclisti è aumentata la propensione ad assicurarsi con compagnie online, generalmente più economiche e pratiche rispetto a quelle tradizionali. Il 5,8% ha stipulato o è intenzionato a stipulare una polizza moto con una compagnia diretta per la prima volta.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano