16.2 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Gtt, nuovo sciopero per lunedì 2 dicembre: “Comune arrogante”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

I lavoratori Gtt non mollano, e hanno indetto un nuovo sciopero di 24 ore per lunedì 2 dicembre. Contro «l’arroganza» del Comune di Torino, che sembra non volerci proprio sentire da un orecchio, cioè da quello della privatizzazione di Gruppo Torinese Trasporti.
Infatti il motivo dichiarato di questo stop dei mezzi pubblici, che comprende trasporto urbano, extra-urbano, metropolitana, indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal, Ugl, è «contro la politica di smembramento del trasporto pubblico locale». Secondo i sindacati, il Comune «prosegue in modo arrogante e prepotente nell’azione, tutta politica, di voler distruggere la mobilità sul territorio torinese».
«Sindaco e Giunta continuano nella loro perversa azione» si legge nella dichiarazione di sciopero alla Commissione di garanzia inviata da Gtt, nonostante venga riconfermata «la disponibilità a discutere un piano industriale» contro questo smembramento che potrebbe essere tutt’altro che positivo per Torino e il torinese.
Come sempre saranno comunque garantite le fasce orarie protette.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano