16.9 C
Torino
domenica, 9 Maggio 2021

Grillo e violenza sessuale, Sganga (M5s): “Ogni donna libera di denunciare quando se la sente”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

“Sulla vicenda del figlio di Beppe Grillo penso sia opportuno non commentare per il rispetto che si deve prima di tutto alla vittima. Vale oggi come varrà quando la magistratura si esprimerà, è una vicenda talmente tanto delicata e dolorosa, per molti, da rendere ripugnante tutto questo circo mediatico”.

Cosi’ su Facebook la capogruppo M5S in Comune a Torino, Valentina Sganga, che invece sul video del fondatore del Movimento si dice convinta che “vadano dette alcune cose”. “Una donna – sottolinea Sganga – deve essere sempre libera di denunciare una violenza quando se lo sente (un giorno, una settimana, un mese, un anno, non è importante) senza che nessuno, neanche un padre in evidente stato di disperazione, possa permettersi di sentenziare in base a questo”.

Quanto alle pressioni alle “donne grilline” perché prendano posizione, Sganga conclude: “questo giudicare ciò che le donne devono o non devono fare è solo un’altra faccia del dominio maschilista. Che sia un coercizione sessuale o la pretesa di una presa di posizione pubblica poco mi interessa, è sempre un’eguaglianza al ribasso ed è altrettanto inaccettabile” 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano