Il leader della Lega ed ex ministro dell’Interno Matteo Salvini si sfoga sui social, tirando l’orecchie agli italiani che avrebbero scoperto solo per il Coronavirus l’amore verso l’Italia.

Non solo. Salvini evidenzia come chi prima chi esternava l’essere italiano veniva accusato di essere fascista, invece ora tutti pronti a cantare l’Inno di Mameli.

Scrive Salvini: “Ora volete più Forze dell’Ordine, fino a ieri scrivevate ACAB ovunque, oggi gli chiedete più interventi… Volete l’Esercito, li chiamavate servi, volevate cancellare la Festa delle Forze Armate, oggi li volete sotto le vostre case…”

“Avete sostituito il Tricolore con l’arcobaleno, oggi lo esponete da balconi e finestre…Avete fischiato l’Inno di Mameli e lo avete sostituito con Bella Ciao, oggi lo cantate dai balconi...”

Continua i segretario leghista: “Vi dichiarate cittadini del mondo, rinnegando ogni patriottismo, oggi vi riscoprite orgogliosi della vostra Nazione. Gli Alpini montano Ospedali da Campo, le Associazioni d’Armi supportano la Protezione Civile, non vedo partigiani o sardine a darsi da fare…”

“Noi che sventolavamo con orgoglio la nostra bandiera, che ci mettevamo la mano sul cuore appena partiva l’Inno, che applaudivamo ai Reparti che orgogliosi sfilavano in via dei Fori Imperiali… Noi eravamo Fascisti”

”Che tristezza mi fate, riscoprirvi e riconoscervi nel vostro Paese per colpa di un virus. Noi siamo quello che siamo sempre stati. W l’Italia”

Poi l’invito di Salvini a copiare e incollare le sue parole, affinché diventino virali.