11.7 C
Torino
venerdì, 26 Febbraio 2021

Come aumentare la durata della batteria del proprio smartphone

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

La durata della batteria è una delle caratteristiche principali che ci vincolano nel momento della scelta di un nuovo dispositivo elettronico, che sia esso un PC, delle cuffie o uno smartphone. Purtroppo però l’autonomia si rivela anche uno dei più grandi problemi da affrontare con i propri device, soprattutto con il passare del tempo e con l’invecchiamento dell’oggetto.

I disagi più frequenti si presentano in particolare con uno degli oggetti che ha più invaso la nostra quotidianità: lo smartphone. Sono molte le fonti e gli articoli presenti online, anche su testate importanti come il Washington Post, che testimoniano il fatto che con il modernizzarsi dei device e l’avanzare della tecnologia la durata della batteria va sempre più a ridursi, anche di diverse decine di minuti. Le cause di queste difficoltà sono determinate da display sempre più grandi e dotati di tecnologia OLED, un crescente utilizzo giornaliero dei dispositivi e, ciliegina sulla torta, l’introduzione sul mercato consumer della connettività 5G che, per fornire una connessione rapida e continuativa, porterà a consumi elevati. Il tutto va a complicarsi se si pensa che la tecnologia delle batterie non si è così tanto modernizzata, restando quelle a ioni di litio le più utilizzate. I produttori e le aziende di smartphone hanno provato a mettere una toppa ottimizzando sempre di più i sistemi operativi, introducendo modalità di risparmio energetico e sistemi di fast charging (vedi la tecnologia Quick Charge presente sui processori Qualcomm Snapdragon). 

Si può comunque giungere alla conclusione che l’autonomia, dopo l’acquisto di un device, dipenderà molto dalla responsabilità e dalle precauzioni adottate dall’utente. Ci sono alcuni importanti accorgimenti che possono far respirare la batteria dei propri smartphone, fondamentali se si vuole bene ai nostri cari (sia per il lato affettivo che per un fattore economico) dispositivi.

Ecco alcuni consigli:

  • Non esporre lo smartphone a temperature estreme, siano esse dovute al caldo o al freddo;
  • Usare cavi originali;
  • Evitare di attaccare e staccare ripetutamente durante il giorno il caricabatterie (ogni attacca/stacca toglie un ciclo di vita alla batteria!);
  • La durata ideale della vita di una batteria va dal 20% all’80%, cerca di mantenerla intorno a queste percentuali;
  • Evita di scaricare lo smartphone fino allo 0%;
  • Non caricare il telefono con la ricarica rapida se non è necessario;
  • Se si usa la ricarica wireless far attenzione a posizionare nella giusta posizione il device sulla basetta e controllare che non ci siano surriscaldamenti anomali;
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano