17.3 C
Torino
domenica, 19 Maggio 2024

Come allestire una cucina professionale: consigli

Più letti

Nuova Società - sponsor

La creatività, la passione e la fantasia sono di sicuro doti necessarie per uno chef che voglia avere successo. La crescita notevole del settore della gastronomia negli ultimi anni ha dimostrato che se mangiare bene piace a molti, cucinare bene è un’arte.

Eppure, accanto al talento serve anche avere il giusto equipaggiamento. Insomma il primo passo per essere professionali è avere una cucina professionale. Quando si vuole aprire il proprio locale, sia esso un ristorante o anche un semplice bar, serve dotarlo delle strumentazioni che consentano di portare al tavolo dei propri clienti un piatto che li soddisfi.

Tra i tanti elettrodomestici e mezzi a disposizione di una cucina professionale ve ne sono alcuni che senza richiedere spese eccessive possono risultare molto utili per i propri piatti e per il servizio. Ecco i nostri suggerimenti.

La salamandra

La salamandra cucina altro non è che un apparecchio in grado di emanare calore sia dall’alto che dal basso e a varie temperature, consentendo sia vari tipologie di cottura che di mantenere i piatti in caldo fino al servizio. Il vantaggio della salamandra è che può rimanere accesa per ore senza surriscaldarsi e offrendo una fonte di calore sempre disponibile immediatamente per le cotture. Può essere utilizzata per la griglia o anche solo per glassare e dare un aspetto dorato ai cibi. Insomma, è uno degli strumenti più versatili e utili per una cucina professionale.

Il forno

Immancabile per un ristorante è anche il forno a convenzione. Anche in questo caso si tratta di un elettrodomestico estremamente pratico e funzionale. Infatti, rispetto a un forno tradizionale, anche di ottima qualità, consente di cuocere molto più velocemente e effettuare tutti i tipi di cottura. Dalle torte e al pane che escono estremamente soffici fino a carni e arrosti che richiedono cotture più delicate. I forni a convenzione possono avere diverse misure e ci sono anche quelli che possono ospitare tre o quattro teglie in contemporanea consentendo quindi di servire numerosi piatti insieme.

Mai trascurare la qualità

Insomma, abbiamo capito come dotarsi della giusta strumentazione è il primo, fondamentale passaggio, per qualunque attività di ristorazione professionale. Ognuno a secondo dal tipo di attività che ha valuterà quali sono i macchinari e le strumentazioni più utili per le proprie esigenze e per quello che vuole offrire ai clienti. Di sicuro quello che non va mai trascurato è la qualità del prodotto. Anche perchè trovarne a un prezzo giusto è possibile e affidarsi a esperti del settore è importante se si svuole avere una cucina professionale non solo che resista nel tempo ma che offra il supporto e l’ausilio necessario per i migliori piatti di uno chef.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano