23.3 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

“Chiamparino si è giocato a carte i lavoratori di Torino”. Per uno striscione sospesa la seduta del consiglio regionale

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Di nuovo sospesa la seduta del consiglio regionale a Palazzo Lascaris. Insomma dopo la decisione del Tar che ha annullato le elezioni del 2010 in cui concorrevano per la poltrona di governatore del Piemonte Roberto Cota e Mercedes Bresso, nessuna riunione dei consiglieri è andata a buon fine.
Questa volta il pomo della discordia che ha fatto finire prima del tempo il “meeting” è l’ex sindaco di Torino Sergio Chiamparino, che finisce nel mirino di Fratelli d’Italia che hanno esposto uno striscione con su scritto: «Chiamparino si è giocato a carte i lavoratori di Torino».
La bagarre, che in questi giorni va da tanto di moda a partire dalle aule di Montecitorio, è esplosa mentre si stava discutendo un articolo della legge Finanziaria sulle slot machine.
Di corollario all’eloquente scritta, immagini del Re delle carte da gioco con il volto del Chiampa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano