17.3 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Carabinieri nel campo nomadi di corso Unione Sovietica, trovate armi

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Armi e gioielli, ma anche camper, scanner, moto e targhe false: è questa la refurtiva sequestrata dai carabinieri della compagnia di Torino Mirafiori nel corso di una perquisizione effettuata al campo nomadi “Sinti”, in corso Unione Sovietica.
Il blitz dei militari è stato eseguito all’alba in seguito a un decreto di perquisizione per blocchi di edifici emesso dalla Procura della Repubblica di Torino
Circa quaranta edifici sono stati perquisiti “per blocchi” (per cercare, appunto, armi o refurtiva all’interno) e oltre cento persone sono state controllate. Alcuni edifici abusivi sono stati bloccati con i sigilli.
Intanto Roberto Cota, l’ex governatore della Regione Piemonte e consigliere della Lega Nord, non perde occasione per fare dichiarazioni sul tema, scrivendo sulla sua pagina facebook: «I campi nomadi vanno sgomberati, punto e basta. Ancora di più alla luce dell’operazione dei Carabinieri oggi a Torino. Se un nostro campeggiatore sfora di 50 cm. i limiti con una veranda, viene denunciato, nei campi nomadi costruiscono intere baraccopoli e non si fa niente».

 @ElisaBellardi

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano