15.2 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Calcio, insulti razzisti dal suo profilo social. Il Monregale sospende il giocatore (VIDEO)

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il Monregale Calcio, società dilettantistica del cuneese si dissocia dalle affermazioni razziste e sessiste pronunciate da un suo tesserato, Marco Rossi. In un video pubblicato sui social il giovane rivolge epiteti offensivi nei confronti di una donna, con ogni probabilità straniera.

”La Monregale ha condannato tale episodio, per noi gravissimo, pur non avendo alcuna rilevanza con l’attività sportiva, ma essendo contrario ai nostri valori etici – prosegue la societa’ – abbiamo deciso di sospendere immediatamente il ragazzo da ogni attività sportiva, sospensione che è tuttora in essere, in attesa di conoscere quali siano i limiti sanzionatori possibili , dopo di che emetteremo il provvedimento disciplinare definitivo”.

”Siamo una società piccola, ma nel nostro piccolo abbiamo sempre creduto nel valore sociale dello sport e dell’inclusione. Da sempre giocano per noi centinaia di ragazzi, italiani e stranieri, senza aver mai operato alcuna discriminazione. E ce ne facciamo un vanto” continua il Monregale Calcio ”Non possiamo tollerare che venga danneggiata una società che ha un ruolo riconosciuto come fondamentale proprio per l’inclusione, nelle nostre zone”.

“Non siamo e non saremo mai razzisti, c’è stato però chi ha insinuato il contrario, scatenando una vera e propria ondata di insulti e minacce contro di noi, i nostri amici e chi ci aiuta a andare avanti, per cui abbiamo provveduto a sporgere denuncia, per tutelarci e per ottenere giustizia nei confronti di chi continui ingiustamente a offenderci” conclude la societa’ che precisa ”Tutto questo non riuscirà comunque a impedirci di proseguire nella nostra attività, al servizio dei giovani e dello sport”.

Paolo Bogliano

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano