23.4 C
Torino
venerdì, 12 Agosto 2022

Bilancio di previsione del Comune, critica delle minoranze: “Tanto rumore per nulla”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Mentre in Sala Rossa si discute il Bilancio del Comune le minoranze avanzano le prime critiche: “Non c’è stato uno sforzo minimo per dare un nuovo lustro e credibilità ad una città fortemente in crisi, con azioni forti per il rilancio economico. Tanto rumore per nulla”, afferma il vice capogruppo di Torino Bellissima Giuseppe Iannò

“Si prosegue con il ‘nuovo che avanza’ – aggiungono dall’opposizione -, fatto di programmi in continuità con la vecchia giunta Appendino. Una novità c’è stata sicuramente: l’aumento dell’Irpef, della Tari e dei compensi dirigenziali. Non si fa altro che decantare sui media del Patto per Torino e delle risorse del Pnrr, che serviranno soltanto a salvare la Città dal dissesto finanziario, risultato di una cattiva gestione politica. In 9 mesi non è stato partorito nessun progetto”. 

Minori previsioni per le multe stradali pari a 9 milioni di euro. “Sorge spontanea una domanda – si chiede il consigliere Iannò – i torinesi sono diventati particolarmente virtuosi? E dove finiscono i proventi delle sanzioni, vincolati al miglioramento della sicurezza delle strade e non solo per fare cassa?”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano