20.9 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Vinovo, classe in quarantena ma a scuola perché la comunicazione Asl arriva tardi

Più letti

Nuova Società - sponsor
Susanna De Palma
Susanna De Palma
Laureata in Scienze Politiche. Giornalista professionista dal 2009. Fin dagli anni del liceo collabora con alcuni giornali locali torinesi, come la Voce del Popolo e Il Nostro Tempo. Dal 2005, pur mantenendo alcune collaborazioni, passa agli Uffici Stampa:Olimpiadi 2006, Giunta regionale, Ostensione della Sindone. Attualmente giornalista presso l'ufficio stampa del Consiglio regionale Piemonte.

“Si comunica che la classe sarà in quarantena a partire dal 27 ottobre per i 14 giorni successivi al contatto con alunno positivo”. E’ quanto indicato nella lettera di disposizioni per la quarantena che la Asl TO 5 ha inviato ai genitori di una classe elementare della scuola Matteotti di Vinovo. Fin qui tutto nella norma, se non fosse che la comunicazione è arrivata alle famiglie soltanto ieri, mercoledì 11 novembre, esattamente con quattordici giorni di ritardo. Due settimane durante le quali gli allievi della classe in questione, anziché chiudersi in via preventiva tra le mura di casa, hanno continuato ignari ad andare regolarmente a scuola. 

Una mail partita in ritardo che ha generato non poca agitazione tra i genitori della classe che,  seppur consolati dal fatto che in questi ultimi 14 giorni nessun bambino abbia presentato alcun sintomo legato al Covid 19, non si capacitano di come una comunicazione cosi rilevante possa non essere partita in tempo per tutelare studenti, docenti e famiglie. 

I genitori degli alunni, senza avere troppe alternative, si sono nuovamente affidati alla comunicazione via mail per chiedere alla Asl se a questo punto i figli debbano o meno tornare comunque a scuola, nonostante  la quarantena sia di fatto terminata.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano