0.7 C
Torino
venerdì, 4 Dicembre 2020

Versaci (M5s) come regalo di compleanno chiede la revoca di Benetton

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Torino, 15 novembre studenti assediano le banche

Torino: studenti in piazza in assedio alle banche. Tensione con la polizia che accenna ad una carica. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Caro Governo, oggi è il mio compleanno, non voglio grandi regali solo una cosa: via la concessione ai Benetton” cosi l’ex presidente del Consiglio comunale di Torino, e consigliere M5s, Fabio Versaci, dal suo profilo Facebook.

Ovviamente il richiamo è legato alla polemica che sta tenendo banco dentro la maggioranza di governo. Questa sera infatti, prevista per le ore 22, inizialmente era stata concordata per le 11 di questa mattina, il Consiglio dei ministri vedrà sul tavolo l’informativa del premier Giuseppe Conte su Autostrade.

Tra le ipotesi più accreditate c’è quella del commissariamento, ma Il presidente del Consiglio è orientato alla revoca, che determinerebbe l’immediato passaggio della rete all’Anas. Anche perché una delle clausole espresse dallo stesso premier e dal Movimento Cinque Stelle, sarebbe la totale estromissione di Atlantia, società che controlla Aspi, Autostrade per l’Italia, la quale detiene l’88% del pacchetto azionario, non è stata accolta dalla famiglia Benetton, quindi un’intesa tra le parti pare irraggiungibile. Oggi infatti a seguito delle dichiarazioni di revoca, il titolo azionario Atalntia ha subito un inflessione del 13% in Borsa.

Paolo Bogliano

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Bar e ristoranti in piazza per stare aperti: “Aiuti economici per superare la crisi”

Vogliono stare aperti ristoranti, bar, e i locali che adesso sono obbligati a restare chiusi se non per le attività di asporto e delivery....

Furia (Pd): “Damilano ha scelto coalizione di anti-scienza e negazionismo”

Uno sportivo in bocca al lupo all'avversario del su partito alle prossime elezioni comunali di Torino è quello che il segretario regionale del Partito...

Torino 2021, Damilano ha detto si: è il candidato del centrodestra

Il candidato civico a sindaco di Torino è Damilano. Il centrodestra scioglie le riserve. È Paolo Damilano il candidato per le elezioni amministrative di Torino...

Damilano visto da sinistra. Farinetti: “Una buona candidatura”

Farinetti è il primo a commentare la candidatura di Damilano alle prossime elezioni amministrative. "È una bella persona, lo conosco bene. È un bravo...

Bardonecchia: game over

Per Bardonecchia è Game over. Ma purtroppo per 'Bardo' non si tratta di un gioco. Purtroppo non ci sono mai stati margini di trattativa. Noi...